CORRIERE DELLO SPORT – La ricostruzione di Pedullà su Andreazzoli

Il giornalista rivela sul sito del quotidiano sportivo il retroscena dell'allontanamento del tecnico e poi il ripensamento di Preziosi con il dietrofront

4087
Andreazzoli Genoa
Aurelio Andreazzoli (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sul sito del Corriere dello Sport, Alfredo Pedullà riporta il retroscena dell’esonero e della successiva riconferma di Aurelio Andreazzoli sulla panchina del Genoa. Il giornalista scrive «Dopo aver memorizzato che il suo datore di lavoro sta scegliendo il sostituito giocando con i bussolotti, si interroga per quale motivo come minimo non venga avvertito. E sollevato. Poi scopre che, a poche ore dall’allenamento, glielo cancellano, mentre lui magari sta preparando appunti nel bel mezzo della malinconia da predestinato al licenziamento. Lo avvertono con la sensibilità di un elefante: avevi due giorni liberi, te ne diamo un altro. Traduzione: così scegliamo meglio il tuo sostituto».

Pedullà aggiunge la conclusione della vicenda: «Ma poi, state comodi in poltrona e sorseggiate una camomilla, al terzo mancato accordo (Guidolin dopo Gattuso e Pioli) il fantasioso Preziosi si arrende e chiede allo sfiduciato, avvilito, vituperato e praticamente “esonerato” Andreazzoli di presentarsi all’allenamento di oggi».

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO SUL SITO DEL CORRIERE DELLO SPORT

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.