Tullio Gritti: «Il Genoa è diventato grande grazie a Gasperini»

Il collaboratore tecnico del tecnico rossoblù spiega in un'intervista i segreti del quarto posto

33
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«La forza del Genoa sta in questo grande gruppo. Ognuno ha la sua parte e si lavora tanto per far bene. I risultati si vedono, ma senza un grande mister e una società seria tutto questo non potrebbe esistere. Milito? Diego pensa quello che dice e le voci di mercato non lo turbano affatto. Thiago Motta? E’ ritornato quello di Barcellona. Sono contento di come stanno maturando i nostri giovani, che crescono anche come uomini oltre che come giocatori». Lo ha spiegato al quotidiano informatico Sussidiario.net Tullio Gritti, bomber degli anni 80 di Brescia, Torino e Verona, inizia quest’anno il suo quarto anno al Grifone. Durante la settimana lavora con il gruppo a Pegli, mentre nel fine settimana studia le prossime avversarie dei rossoblu (domenica era a Udine). Il suo ruolo è quello di collaboratore tecnico di Gian Piero Gasperini ma più concretamente, scrive Sussidiario.net, è uno degli ingranaggi fondamentali che fanno funzionare il giocattolo Genoa.

Per leggere l’intervista cliccare qui

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.