Sabatini a PG: “Contenti di essere passati e aver vinto il girone”

"Bulgarelli? Ha giocato molto bene, facendo tre o quattro interventi decisivi. È una soddisfazione quando le componenti del gruppo che magari vengono meno utilizzate si fanno trovare pronte" ha continuato il tecnico della Primavera del Genoa

58
Sabatini
Sabatini (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Si qualifica come testa di serie la Primavera guidata da mister Sabatini, che nella sfida di questa mattina  allo Stadio dei Pini “Torquato Bresciani” ha affondato, con i colpi di Gibilterra e di Bruzzo, la Spal di Cottafava. Ai grifoncini bastava un pareggio per aver la certezza di passare come prima del girone, ma hanno voluto onorare un cammino fin perfetto presentandosi alla fase ad eliminazione diretta con un punteggio pieno. Nota negativa della gara contro i ferraresi è il Genoa a due facce visto anche nella sfida contro gli olandesi dell’AZ Alkmaar. Nei primi 45′ i rossoblù subiscono molto il gioco avversario e vengono in più occasioni schiacciati nella propria metà campo. A mantenere invariato il risultato è la grande prestazione di Bulgarelli, chiamato a fare gli straordinari per salvare la propria porta. Con la ripresa entra in campo un “Genoa 2.0” che passa in pochi minuti in vantaggio con il rigore realizzato da Gibilterra e archivia la pratica Spal con il gol dalla trequarti di Bruzzo. Al termine della sfida i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il tecnico della Primavera genoana. Ecco le sue dichiarazioni:

Tre su tre, primato nel girone e fase ad eliminazione raggiunta. Cosa può dire di questo primo importante traguardo?

“Siamo contenti soprattutto di essere passati al turno successivo, in secondo luogo di aver vinto il girone. Era importante perchè in questo modo potremmo non incontrare l’Inter o il Torino, squadre molto forti, anche se in questa competizione lo sono tutte visto che hanno passato il turno. Siamo contenti anche perchè anche oggi ho utilizzato molti ragazzi che magari in campionato trovano poco spazio e quindi abbiamo ottenuto anche il risultato di coinvolgere tutti e di tenere tutti sulla corda”

Come con l’AZ, però, si sono visti due Genoa

“Un po’ meno, perchè contro l’Alkmaar eravamo proprio addormentati. Oggi chiaramente, vuoi per il modulo o per i tanti cambi, perchè loro erano nella formazione migliore, c’era qualche scompenso. Abbiamo subito molto la loro iniziativa anche se abbiamo avuto delle ripartenze importanti, poi nel secondo tempo ci siamo assestati e abbiamo fatto sicuramente molto meglio”

Da sottolineare la gran partita di Bulgarelli

“Ha fatto molto bene, facendo tre o quattro interventi decisivi e al di là degli interventi è sempre stato molto sicuro e attento. È una soddisfazione quando le componenti del gruppo che magari vengono meno utilizzate si fanno trovare pronte”

In vista della prossima fase del torneo, cosa c’è da migliorare nella sua squadra?

“Sicuramente c’è bisogno di maggior continuità, perchè le partite durano 95′ e bisogna essere molto attenti, concentrati e volitivi per l’intera durata della gara. La dimostrazione più lampante è la partita con l’Atalanta. Con l’Atalanta abbiamo fatto nel complesso una buona partita, ma abbiamo avuto due fasi in cui siamo stati assenti e a questi livelli non te lo puoi permettere e visto che d’ora in poi si affronteranno squadre molto forti, se si vuole andare avanti in questo torneo, ci sarà bisogno di più continuità”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.