Marroccu: «Genoa, a Bologna con fame e ferocia»

«Schöne non ha lesioni, la rosa numerosa ci consente di non rischiare» spiega il ds

2444
Marroccu Nicola Genoa
Marroccu e Nicola (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Francesco Marroccu, direttore sportivo del Genoa, è intervenuto durante la trasmissione di Telenord “We are Genoa”: «La squadra si sta allenando con intensità da tempo e la vittoria contro il Cagliari ci ha consentito di restare iscritti alla corsa salvezza. E’ un obiettivo troppo importante».

«Abbiamo ricreato un senso di responsabilità e appartenenza: prima il Genoa si allenava a perdere. Davide Nicola ha rivalutato tutti giocatori, vecchi e nuovi, e insegnato il credo del lavoro giornalierio: il mister vive le partite in modo unico» aggiunge il ds rossoblù.

«Destro? Non è l’ultimo dei sei attaccanti, è uno dei sei attaccanti – specifica Marroccu – la sua forma fisica è in progresso e quando sarà al massimo ci farà divertire. Ne sono certo. Tre prime punte sono tante, è vero, ma l’imbarazzo della scelta è un vantaggio. Jandrei può tornare in Brasile, siamo in dirittura d’arrivo: domani ci saranno ulteriori aggiornamenti».

«Schöne non ha lesioni, nei prossimi giorni lo staff valuterà il suo impiego a Bologna: la rosa numerosa ci consente di non rischiare. La partita del Dall’Ara dovrà certificare che la nostra consapevolezza di salvarci sia superiore alla loro voglia di andare in Europa League. Siamo sfavoriti, lo dice la classifica, ci vorrà fame e ferocia» chiosa Marroccu.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.