ESCLUSIVA PG, GOZZI: «Ottimi rapporti con il Genoa. Terza ligure in A? Lo Spezia…»

«L'invasione di genoani in Coppa Italia è stata civile ed educata» spiega il presidente dell'Entella

4752
Gozzi Entella Genoa
Antonio Gozzi, presidente della Virtus Entella (foto di entella.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pianetagenoa1893.net ha intervistato in esclusiva Antonio Gozzi, presidente della Virtus Entella. Domani, alle ore 20, la squadra allenata da Boscaglia affronterà il Genoa in amichevole.

Virtus Entella e Genoa, in campo due club legati da rapporti ottimali. «É vero, l’ulteriore conferma è la messa a disposizione del Comunale per la gara di Coppa Italia del Grifone. Una piacevole serata per Chiavari, invasa pacificamente da tantissimi sostenitori rossoblù che hanno dimostrato come si fa il tifo per la propria squadra in maniera civile ed educata. C’è stato un generale apprezzamento di giovani e famiglie».

I buoni uffici tra le squadre potranno portare a collaborazioni di mercato più intense? «Rispetto alla qualità e alla cordialità dei contatti professionali non siamo mai riusciti a fare tante operazioni con le squadre genovesi. L’Entella è un perfetto palcoscenico per far crescere dei ragazzi che aspirano alla Serie A: sarebbe un luogo altresì comodo per gli osservatori e addetti ai lavori».

L’Entella veleggia a punteggio pieno in Serie B. Presidente Gozzi, cambiano le ambizioni? «No, abbiamo sei punti come Perugia e Salernitana ma ne mancano altri quaranta per raggiungere la salvezza. Non ci montiamo la testa dopo due buone partite. Il campionato è lunghissimo e faticoso, dobbiamo tenere alta la concentrazione».

In Serie A ci sono quattro lombarde e quattro emiliane-romagnole. Quando salirà la terza ligure? «Lo Spezia ha tutte le carte in regola per la promozione (ride, ndr). Me la cavo con un battuta perché sono un marinaio scaramantico».

L’ultimo precedente con il Genoa risale al dicembre 2018, quarto turno di Coppa Italia «Il punto più alto della nostra storia: per la prima volta battemmo un club di Serie A in una competizione ufficiale. Mi permetto di dire che la vittoria fu meritata sebbene agevolata da alcune contingenze: il Genoa di Juric era in grande difficoltà. Chiunque spera di vincere almeno una volta nella vita a Marassi».

Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.