ESCLUSIVA PG, CANEO: «Pandev è l’acquasanta del Genoa»

«In partite come Genoa-Cagliari il macedone può dare fiducia e qualità» spiega l'ex rossoblù

1443
Pandev Genoa
Genoa in gol (da Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pianetagenoa1893.net ha intervistato in esclusiva Bruno Caneo in vista di Genoa-Cagliari. L’opinione dell’ex rossoblù nato ad Alghero (calciatore nel 1980-1981 e vice allenatore dal 2006 al 2010) anche su Goran Pandev.

Caneo, il Genoa si salverà? «Ha le potenzialità per farlo ma sabato lo attende una sfida molto difficile contro il Cagliari. I sardi vogliono arrivare il più in alto possibile anche per ottenere un maggiore premio monetario dalla Lega. Spero che l’ambiente attorno al Genoa si ricompatti in fretta: la cosa più importante è restare in Serie A».

Che partità sarà Genoa-Cagliari? «Il Grifone scenderà in campo con una certa tensione e preoccupazione. Ecco perché l’apporto dei tifosi rossoblù è essenziale per superare le paure e dare coraggio alla squadra. Il Genoa deve superare questa tempesta che purtroppo dura da nove mesi».

Maran ha rinnovato mentre Prandelli è il terzo allenatore stagionale… «Mi complimento con la capacità d’adattamento dei giocatori rossoblù a tre allenatori e filosofie di lavoro completamente diversi. Rolando Maran, invece, ha rinnovato fino al 2022: significa che Tommaso Giulini e la sua società riescono a programmare meglio di Preziosi».

Al Genoa manca Piatek ma anche uno stoccatore come Pavoletti, vero? «Sì, il Genoa ha sempre avuto un grande attaccante nella sua storia recente, da Borriello a Diego Milito fino al polacco. In tutto il girone di ritorno senza una punta centrale la squadra è andata in sofferenza tecnica e psicologica perché mancava un riferimento davanti».

Pandev, allora, diventa ancora più importante? «É l’acquasanta del Genoa, peccato che giochi poco. L’esplosione di Piatek e la crescita di Kouamé sono stati fenomeni indotti dalla fantasia e dai tempi di gioco del macedone quando giocava sulla trequarti. In partite come quella di sabato Pandev può dare fiducia e qualità».

Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.