“Le ragazze della Sud”, innamorate del Grifone, nuova realtà  del tifo rossoblu

Amicizia, simpatia, allegria, ma soprattutto passione ardente per il Grifone. Questi sono gli ingredienti de “Le ragazze della Sud”, un nuovo gruppo tutto al femminile che sta prendendo sempre più piede nella Gradinata Sud. Pianetagenoa1893.net ha intervistato Jessica Costanzo, leader del gruppo, per scoprire questa nuova realtà del tifo genoano. “Le ragazze della Sud” è […]

84

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Amicizia, simpatia, allegria, ma soprattutto passione ardente per il Grifone. Questi sono gli ingredienti de “Le ragazze della Sud”, un nuovo gruppo tutto al femminile che sta prendendo sempre più piede nella Gradinata Sud. Pianetagenoa1893.net ha intervistato Jessica Costanzo, leader del gruppo, per scoprire questa nuova realtà del tifo genoano.

“Le ragazze della Sud” è soltanto un gruppo o anche un vero e proprio club?

Le ragazze della Sud è un gruppo in realtà formato prevalentemente da donne che da tanti anni vengono come me in gradinata sud. 

Quando è nato questo gruppo e come?

E’ nato circa un mese fa come nome. Però noi siamo un gruppo unito da quasi 11 anni. Il motivo per cui è nato? In una tifoseria prevalentemente con gruppi ultras composti da uomini anche noi vogliamo nel nostro piccolo fare vedere che non siamo solo abbonate per il lato estetico dei giocatori ma perché anche noi ci intendiamo ci calcio.

Siete intenzionati a diventare un club vero e proprio?

Sarebbe bello diventare un club, ma per adesso se abbiamo bisogno di aiuti ci appoggiamo al G.a.v. Club Andrea Verrina di Certosa.

“Le ragazze” è soltanto un modo per inglobare l’universo femminile e si possono iscrivere tutte le donne oppure è inteso semplicemente come fascia d’età?

Il nostro gruppo è formato da bambine di 7 anni fino ad arrivare a signore di 60 anni. L’importante è essere innamorate del Grifone. Abbiamo anche una piccola parte del gruppo composta da uomini.

Organizzate o avete intenzione di organizzare qualche coreografia?

Abbiamo organizzato già due coreografie in occasione della partita con il Livorno e con il Napoli, con bandierine e la bandiera del gruppo. Abbiamo realizzato anche magliette riconoscitive del gruppo e adesivi, in futuro ci sarà tanto altro materiale. Nella partita con il Chievo del 20 ottobre, faremo una vendita libera all’entrata della Sud: i soldi raccolti saranno dedicati solo al gruppo per l’organizzazione delle coreografie. Siamo piccoli certo ma se riuscissimo ad espanderci ancora un po’ sarebbe una bella soddisfazione.

Perchè avete scelto proprio la Gradinata Sud?

Abbiamo scelto la Sud perché è più tranquilla rispetto alla Nord. Ormai siamo diventate un gruppo e nonostante tante persone ci hanno offerto la possibilità di spostarci, noi ormai siamo fedeli e rimaniamo lì. All’inizio eravamo in poche: poi come succede sempre si conoscono altre persone, ci si unisce e siamo diventate oltre in 30 e continuiamo ad aumentare.

Com’è diventata tifosa del Genoa?

Io ho 27 anni e sono genoana dalla nascita: mia mamma è genoana, mio papà è interista. Ma la persona che mi ha fatto conoscere il Genoa è stata mia nonna, nonostante mio nonno fosse “strasampdoriano”, per fortuna mi ha fatto amare i bellissimi colori rosso e blu. Ho assistito ai primi derby nei distinti e poi quando abbiamo avuto possibilità ci siamo abbonati. Non cambierei per niente al mondo, Genoa per tutta la vita.

Come si può aderire al gruppo?

Può aderire iscrivendosi al gruppo su Facebook  “Le ragazze della sud genoa1893” (clicca qui) o semplicemente, se viene in Sud ci riconosce e si unisce a noi, ogni partita si raccoglie una piccola offerta (non è obbligatorio) che servirà per organizzare coreografie o per il materiale.

Luana Ambrico

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.