Genoa Club Portuali Voltri: Un Piatek sontuoso lancia il Grifone nell’alta classifica

Due gol del Pistolero regalano la prima vittoria in trasferta a Zio Balla, che finalmente schiera la formazione titolare. Benissimo Kouame e Sandro. Qualche brivido di troppo nel finale

254
Non era facile vincere a Frosinone contro una squadra il cui allenatore in quella partita si giocava la stagione, in un ambiente surriscaldato che ha sempre aiutato la sua squadra, ma soprattutto giocando la terza gara in otto giorni.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ma quest’anno abbiamo un grandissimo attaccante che finalizza al meglio ogni pallone che gli arriva, al quale son bastati tre minuti per segnare una doppietta e mettere in cassaforte il risultato.
Una cassaforte che però è stata forzata dal giovane arbitro Juan Luca Sacchi, che regalando un rigore ai frusinati ha rimesso in partita l’avversario.
Sarebbe bastata una passeggiata verso la moviola per ritornare indietro dalla decisione sbagliata, ma l’apporto del VAR quest’anno è parecchio ridimensionato e vedendo ciò che è successo all’Atalanta in quel di Firenze possiamo dire che a Frosinone l’errore è stato molto più veniale.

Tornando alla partita, Zio Balla ha finalmente schierato gli undici titolari che ha in testa da giugno e che solo gli infortuni non gli avevano concesso di mettere precedentemente in campo. Nell’undici titolare in porta ci sarebbe dovuto essere Marchetti, ma lo stato di forma del numero 1 ha consigliato al nostro allenatore di dare spazio a Radu: il giovane rumeno ha dimostrato di essere molto reattivo e, nonostante anche stavolta alcune sue uscite non sono state del tutto azzeccate, le sue prestazioni sono positive e sembra godere della fiducia della squadra, dell’allenatore e della piazza.

Tra i titolari che vengono da lunghi infortuni c’è sicuramente Sandro, giocatore che merita un capitolo a parte: il regista brasiliano ha dimostrato di possedere grande intelligenza tattica, è sempre posizionato nel punto giusto e al momento giusto, ha comandato al meglio il gioco della squadra.
Il suo apporto è fondamentale per gli equilibri tra i reparti, aspetto che finora è sempre mancato alla nostra metà campo.

Infine ancora una nota di merito al generoso ed imprendibile Kouame, compagno indispensabile per il gemello del gol Piatek.
Il giovane coloured rossoblù consente al bomber polacco di avere più spazio e sfruttarlo al meglio.
Kouamé fa il lavoro sporco, Piatek fa i gol.
E solo una sfortunatissima carambola tra i due pali ha negato la rete al numero 11 del Grifone, che invece meritava il gol per aver giocato una partita di grande sacrificio e generosità.

Allora avanti così: Zio Balla sembra aver trovato la quadratura del cerchio, la classifica è ottima, i giocatori sono di qualità, c’è Piatek che fa gol e la Nord esulta!

E voi cosa ne pensate?
Commentate qui sotto, fateci conoscere il vostro parere!

Forza Genoa!

Andrea Moresi – Genoa Club Portuali Voltri

Riceviamo e pubblichiamo

UN PIATEK SONTUOSO LANCIA IL GRIFONE NELL’ALTA CLASSIFICA Due gol del Pistolero regalano la prima vittoria in…

Publiée par Genoa Club Portuali Voltri sur Dimanche 30 septembre 2018

Accetta i statistics, marketing per visualizzare questo contenuto.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.