Federsupporter scrive a Malagò: “l codici di gradimento sono nulli”

L'associazione di tutela dei tifosi ha inviato al presidente del Coni una nota in cui spiega le ragioni giuridiche e il comunicato delle tifoserie contro i provvedimenti dei club

987

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Riceviamo da Federsupporter e pubblichiamo la lettera spedita oggi al presidente del Coni Giovanni Malagò, assieme al comunicato sottoscritto da numerose tifoserie, tra cui quella del Genoa, che ribadiscono il loro “no” al codice di gradimento.

al Presidente, del CONI

Dr. Giovanni Malagò

Oggetto: “Codici di regolamentazione della cessione di titoli di accesso alle manifestazioni calcistiche”.

Caro Presidente,

con il consueto spirito di costruttiva collaborazione che ha sempre caratterizzato i rapporti di Federsupporter con le Istituzioni sportive e statali, pur nel rispetto delle rispettive posizioni, sottopongo alla Sua attenzione il problema creato dalla recente adozione del Codice in oggetto.

Codice, la cui imposizione ed accettazione tacita da parte di coloro che acquistano biglietti/abbonamenti per accedere allo stadio lasciando alle società una inaccettabile discrezionalità, è caratterizzato da una insanabile nullità.

Sugli aspetti tecnico-giuridici di tale illegittimità si è espresso l’Avv. Massimo Rossetti nella Nota riportata in calce.

Al riguardo, Le rappresento l’atteggiamento di avversione a tale Codice manifestato in maniera del tutto democratica da numerose tifoserie che hanno avanzato a Federsupporter pressanti richieste di intervento e specifiche iniziative.

A testimonianza di ciò, allego il Comunicato, circolato tra tutte le predette tifoserie (n.14) e che ci è stato inviato, nonchè la relativa documentazione fotografica.

In questa situazione, Federsupporter auspica che, grazie alla Sua disponibilità ed al Suo intervento, si possa, con urgenza, aprire un Tavolo di confronto fra tutte le parti interessate, al fine di conciliare i pur condivisibili intenti che hanno portato alla redazione delle norme in discorso con i sacrosanti inalienabili diritti dei tifosi quali consumatori.

Nel ringraziarLa per l’attenzione e nel confidare nell’accoglimento di quanto richiestoLe, in attesa di un gradito e positivo riscontro, nel frattempo, Le porgo i miei più cordiali saluti.

Il Presidente

Alfredo Parisi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.