Club Portuali Voltri: un Genoa rattoppato ma ordinato tiene a distanza il Bologna e la zona retrocessione

Nel cantiere del Capomastro Prandelli mancano titolari in difesa e centrocampo: il Grifone va in affanno solo nel finale, ma porta a casa un punto pesantissimo

445
(Foto Genoa Club Portuali Voltri)
Nei piani del nostro allenatore la squadra deve avere una difesa ben protetta dal centrocampo, ma quest’ultimo deve essere anche in grado di aprirsi benein profondità quando c’è da attaccare.
Questa idea di gioco parte dalla difesa a 4 ed un centrocampo a 5 quando si difende e a 3 quando si attacca.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non è facile mettere in pratica questi meccanismi non solo perché il campionato è già a metà del suo percorso, ma soprattutto perché il Calciomercato di Gennaio ha praticamente rivoluzionato la squadra.
Queste premesse saranno necessarie ancora per un bel po’ di tempo quando si dovrà commentare le partite de Grifone.

La partita odierna al Dall’Ara era davvero ricca di insidie, perché oltre ai nostri problemi di amalgama e le importanti assenze di Romero e Bessa (che in questo campionato sono giocatori fondamentali a prescindere da schemi ed allenatori), l’avversario era il nuovo Bologna targato Mihailovic che, grazie alla vittoria esterna contro l’Inter, aveva ritrovato punti, gioco, coraggio e aspettative di salvezza.

Il risultato finale di 1-1 è importante soprattutto per la classifica, perché un’eventuale sconfitta avrebbe rimesso in discussione la zona salvezza sia per noi che per loro.
Invece per quanto riguarda l’analisi della situazione del nostro “cantiere” occorre evidenziare la conferma di alcuni aspetti già chiari e consolidati, ma anche sottolineare qualche novità che riguarda la nostra squadra.

Tra le conferme c’è sicuramente il doppio volto di Radu, confuso ed insufficiente nelle uscite ma anche bravo e reattivo tra i pali: il gol del vantaggio bolognese è figlio di un suo errore nei tempi di uscita. Ma nel concitato finale di partita, quando gli emiliani premevano forte e conquistavano in serie corner ed occasioni, le parate del nostro giovane portiere sono statale fondamentali per fare risultato.

Altre conferme arrivano da Biraschi (in difficoltà nel ruolo da esterno ma insuperabile quando va nello scontro con l’avversario), da Kouame e Sanabria (che con le loro caratteristiche sanno trasformare ogni pallone in occasione da rete).

Sorpresa sgradita è stata invece la prova di Gunther, arrugginito ed in difficoltà nella zona calda della nostra area di rigore.
Chi scrive pensa che soprattutto a Bologna sarebbe stato interessante vedere Biraschi al centro della difesa e Gunther esterno.
Prandelli avrà parecchio da fare per far migliorare il rendimento dei due giocatori in questo nuovo schema difensivo.

La sorpresa più gradita è invece arrivata da Lareger: il centrocampista danese, oltre ad aver realizzato l’importantissimo gol del pareggio, ha dimostrato di avere ottime doti in interdizione e tempi perfetti negli inserimenti offensivi.
Sia lui che Bessa possono diventare le vere frecce nell’arco di Prandelli: i loro inserimenti senza palla negli spazi creati da Kouame e Sanabria possono essere davvero letali per gli avversari.

🔴🔵

E voi cosa ne pensate?
Commentate qui sotto, fateci conoscere il vostro parere!

Forza Genoa!

Andrea Moresi – Genoa Club Portuali Voltri

🔴🔵

Se vi piace ciò che facciamo suggerite ai vostri amici di seguirci e di rimanere sempre aggiornati mettendo il classico Like sulla nostra pagina, raggiungibile su
http://www.facebook.com/gcportualivoltri

 

UN GENOA RATTOPPATO MA ORDINATO TIENE A DISTANZA IL BOLOGNA E LA ZONA RETROCESSIONENel cantiere del Capomastro…

Publiée par Genoa Club Portuali Voltri sur Dimanche 10 février 2019

Accetta i statistics, marketing per visualizzare questo contenuto.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.