Appello di Roberto Scotto: “Voltiamo le spalle all’ingiustizia”

Lo storico capotifoso della Nord: "Proponiamo che domani all’ingresso degli arbitri in campo, durante l’inno della Lega, fino al fischio di inizio tutto lo stadio volterà le spalle al campo in silenzio"

1952
Gradinata Nord Genoa
La Nord (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Attraverso il suo profilo Facebook, Roberto Scotto invita tutti i genoani a protestare in modo civile, dopo le ultime ingiustizie subite dal Genoa a Roma. “Abbiamo pensato ad un modo non violento – scrive lo storico capotifoso della Gradinata Nord – per dimostrare che siamo stufi di subire angherie dalla Lega e dalla classe arbitrale, il Genoa 1893 merita rispetto, i suoi tifosi meritano rispetto”. Scotto prosegue: “Quindi proponiamo che sabato all’ingresso degli arbitri in campo, durante l’inno della Lega, fino al fischio di inizio tutto lo stadio volterà le spalle al campo in silenzio, voltiamo le spalle a questo calcio corrotto, a Lega e Can che lo pilotano, a Sky e Dazn che ci costringono ad un calcio spezzatino dove si gioca tutta la settimana con tanti saluti a chi fa l’abbonamento alla propria squadra senza sapere se potrà andare a vederla, voltiamo le spalle al business e alle plusvalenze, voltiamo le spalle a chi non vuole più che il calcio sia del popolo”.

Scotto conclude: “Quindi vi chiedo di far girare questo appello soprattutto nei distinti nella Sud e in tribuna perché della Nord e dei suoi gruppi non ho nessun dubbio, questa è una cosa semplice basta girarsi per qualche minuto per dimostrare l’amore per il Genoa, lo scopo di oggi è far arrivare a più persone questo invito, perché chi non voltasse le spalle al campo è nemico del Genoa perché per lui non è disposto a fare questa piccola ma significativa cosa.
IO VOLTO LE SPALLE ALL’INGIUSTIZIA!!!”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.