Alessandro Gullaci: “Chiedo a tutti i tifosi del Genoa di dare una mano alla famiglia di Andrea Cerulli”

Il presidente del Genoa Club Portuali Voltri a Primocanale: "Spero che i tifosi donino sui conti correnti, anche piccole somme"

1900
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“L’iniziativa cardine è stata una raccolta fondi spontanea a mano verso la sua famiglia. Ci tengo a sottolineare che ciò è partito dalla Compagnia Unica Portuale”. Alessandro Gullaci, presidente del Genoa Club Portuali Voltri, ha raccontato ai microfoni di Primocanale tutte le iniziative intraprese a favore dei familiari di Andrea Cerulli, il socio deceduto durante il tragico crollo di Ponte Morandi. “Poi attraverso il nostro socio Luca abbiamo venduto una serie di maglie: ne abbiamo vendute 200 e il netto del ricavato andrà alla famiglia di Andrea”. Gullaci però sottolinea: “E’ un’iniziativa che costituisce un palliativo. Il grosso dovrà farlo chi ha commesso questo danno: lo Stato, Autostrade o chi altro sarà. Noi ci mettiamo l’anima, siamo una grande famiglia: chiedo a chi non l’ha ancora fatto di seguirci sulla nostra pagina Facebook e di donare sui conti correnti, anche con poco. Andremo avanti sino a fine mese, quando faremo partire i bonifici e presenteremo un rendiconto. Chiedo a tutti i genoani di aiutarci: c’è una famiglia che ha grande bisogno”. Il presidente del sodalizio rossoblù ha voluto “ringraziare i nostri colleghi che tifano Sampdoria per aver aderito alle nostre iniziative per Andrea”.

Cerulli Voltri
Il ricordo del Genoa Club Voltri di Andrea Cerulli (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.