Genoa, ti è mancato solo il gol: ma non è una cosa da poco

Il Grifo si ferma alla traversa colpita da Galabinov e l'occasionissima di Rigoni: emerge il dramma della pochezza offensiva della squadra rossoblù

74
Mattia Perin (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Niente da fare: il Ferraris resta un incredibile tabù per il Genoa. Il Grifo cade in casa contro un’ordinaria Udinese: 0-1 firmato Behrami. Una partita con pochi qualità da entrambe le parti, decisa da una lettura sbagliata di una seconda palla in prossimità dell’area rossoblù.

C’è solo una squadra in campo nel primo tempo: è il Genoa, che avrebbe meritato almeno un gol di vantaggio. La squadra di Ballardini ha sfiorato due volte il gol con due nitide occasioni dentro l’area di rigore: la prima dopo ventoventi secondi, con il tiro di Lapadula dotato di poca cattiveria a cinque metri da Bizzarri; la seconda, con Spolli che converte nello specchio il tiro sgangherato di Izzo. Palla alta sopra la traversa. Udinese non pervenuta con un atteggiamento remissivo.

I friulani escono nella ripresa, il Genoa sparisce dalla gara. Behrami sblocca la partita approfittando del momento di appannamento rossoblù: l’ex centrocampista del Napoli ha tutto lo spazio e il tempo per ribattere in porta una seconda palla, Bertolacci lento nell’uscita dall’area di rigore come del resto gli altri componenti della difesa. Dal 65′ l’Udinese resta in inferiorità numerica per l’espulsione Var di Samir: decisione ‘on field’ che corregge l’iniziale ammonizione di Pairetto.

Con l’uomo in più il Genoa alza il proprio baricentro anche grazie al 4-2-2-2 con Pandev e Taarabt a sostegno di Galabinov e Lapadula. Con tanti uomini in area il Grifo colpisce la traversa a sei dal termine mentre è incredibile il gol fallito da Rigoni: anziché spingere in rete l’assist di Taarabt, il centrocampista la colpisce malissimo a un metro dalla linea e la mette tra le braccia di Bizzarri.

GENOA-UDINESE 0-1 (0-0)
Marcatori:
62′ Behrami (U).
Genoa (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli, Zukanovic; Biraschi (70′ Galabinov), Omeonga (63′ Taarabt), Veloso (56′ Rigoni), Bertolacci, Migliore; Pandev, Lapadula. All. Ballardini A disposizione: Lamanna, Zima, Cofie, Rossettini, Rosi, Brlek, Lazovic, Landre, Laxalt.
Udinese (3-5-1-1): Bizzarri; Nuytinck, Danilo, Samir; Larsen, Fofana, Behrami (62′ Hallfredsson), Jankto, Pezzella; De Paul (58′ Maxi Lopez); Lasagna (69′ Angella). All. Oddo A disposizione: Scuffet, Pizzignacco, Zampano, Inselgsson, Perica, Pontisso, Barak, Balic.
Ammonizioni:
13′ Bertolacci (G), 60′ Spolli (G).
Espulsioni: 65′ Samir (U).
Tiri in porta: 1-1
Calci d’angolo: 9-3
Possesso palla:
59%-41%
Note: 2′, 4′ di recupero; 84′ traversa di Galabinov.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.