(S)Visti da Lontano – Pandev ama colpire le sue ex squadre: Inter nel mirino

L'attaccante è finalmente tornato a giocare su livelli stratosferici: come l'anno scorso, sabato potrebbe giocare un brutto scherzo ai nerazzurri

22
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa delizia i propri tifosi regalandogli due vittorie esterne in 6 giorni! Un evento raro, rarissimo e assai dolce per un Popolo abituato nel 2017 a masticare parecchio amaro.

Difesa granitica, centrocampo di lotta e di governo e davanti un Pandev in formato super.

La classe di Goran non è mai stata messa in discussione da alcuno. Ma il vero Pandev, quello capace di vincere 1 Intercontinentale, 1 Champions League, 1 Scudetto, 2 Supercoppe italiane, 5 Coppe Italia (oltre 1 Scudetto e 1 coppa nazionale in Turchia) non si era mai visto dal suo arrivo sotto la Lanterna.

Avevamo intuito qualcosa nelle ultime partite giocate ormai due anni fa con Gasperini ancora in panchina, ma il macedone dovette fermarsi sul più bello per infortunio.

Ne abbiamo apprezzato il carattere e la grinta nel finale della passata stagione quando i suoi gol contro Lazio e soprattutto Inter consentirono a Juric di incassare quattro punti essenziali per la salvezza finale.

Ma il Pandev visto a Roma con la Lazio e ieri a Verona sta giocando su livelli, finalmente, stratosferici. Il macedone ha trovato quella continuità fisica che, unita alla classe immensa del suo sinistro, gli consente di fare reparto (quasi da solo).

La parata di faccia di Sorrentino sull’incursione dell’attaccante rossoblù inseguito da tutta la difesa clivense dimostra che questo Pandev è incontenibile.

Pandev ama colpire le sue ex squadre: per sabato sera vestirà l’abito di gala per cercare di affondare l’Inter e continuare a far volare il Grifone.

Goran Pandev dopo il gol alla Lazio (foto di Genoa CFC Tanopress)
Goran Pandev dopo il gol alla Lazio (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.