(S)Visti da Lontano – La nuova era per il Genoa sarà molto diversa dalle precedenti

Il presunto stop, o rallentamento, legato al calciomercato in corso è chiaramente un alibi per Preziosi e Gallazzi

60
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La vicenda della cessione del Genoa sembra avere contorni e contenuti abbastanza indefiniti, ma in realtà la vicenda è molto più semplice di quanto qualcuno pensi (o sospetti).

Il presunto stop, o rallentamento, legato al calciomercato in corso è chiaramente un alibi per le parti. La valutazione degli “asset” societari, i calciatori, può essere effettuata in ogni momento ed eventualmente, poi, “conguagliata” tra le parti, in base agli effettivi valori di realizzo.

La verità è un’altra ed è palesemente insita nella natura stessa dei potenziali acquirenti. I fondi di investimento hanno come obiettivo la “creazione dei valore” per i propri sottoscrittori: acquistano partecipazioni o aziende intere per valorizzarle e rivenderle. E per valorizzarle, le riorganizzano. I gestori dei fondi di investimento sono intelligenti e si appoggiano a chi conosce il settore per la gestione del business, soprattutto nelle fase iniziali.

I potenziali acquirenti non sono quindi ancora pronti a entrare in scena, non per impossibilità di arrivare a un prezzo, ma per la mancanza di competenze specifiche nella gestione di una squadra di calcio.

Non a caso è Enrico Preziosi, nell’interesse di tutti (anche dei maligni e dei critici) che sta facendo il mercato, proprio perché è molto capace di fare il mercato. Del resto la costruzione di una squadra competitiva per il mantenimento della Serie A è la piattaforma basica per qualsiasi tipo di ragionamento.

In autunno i nuovi proprietari potranno nominare una nuova dirigenza, che avrà così tempo di salire a bordo operare nel Genoa e per il Genoa.

Anche perché il cambiamento, il passaggio da un “Patron” tuttofare a un fondo di investimento sarà radicale e non indolore, soprattutto per una piazza che ha sempre avuto un interlocutore unico cui rivolgersi nel bene e, soprattutto, nel male.

La nuova era per il Grifone sarà molto diversa dalle precedenti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.