Numeri e storia: è il peggior Genoa di sempre

Le statistiche di Marco Colla dopo 12 partite: la stagione attuale supera anche quella infausta del 1959-60

68
Formazione Genoa contro la Juventus (Foto Genoa Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sei punti dopo dodici partite frutto di tre pareggi e una sola vittoria! Nei suoi 50 precedenti campionati in serie A con il girone unico mai il Grifone aveva presentato un simile bilancio. Per trovare qualcosa di analogo tuttavia migliore, occorre risalire all’infausta stagione 1959-60 conclusa con una vergognosa retrocessione gravata da 10 punti di penalità (poi ridotti a 7) da scontare la stagione successiva. Nella circostanza dopo 12 partite il Genoa poteva vantare due vittorie (Napoli e Alessandria) e due pareggi (Udinese e Atalanta) per un totale di 6 punti, numeri simili a quelli attuali, ma superiori dal momento che con il regolamento attuale (3 punti a vittoria) il totale sarebbe stato pari a 8.

Anche nella più volte citata stagione 1957-58 con inizio terrificante la classifica dopo una dozzina di partite giocate avrebbe recitato 7 punti genoani grazie ai due successi su Samp e Verona e pari con Bologna, Spal e Udinese; ai giorni nostri un totale di 9 lunghezze. Che dire di fronte a simili numeri se non constatare che il compito di Ballardini si presenta ai limiti dell’impossibile, visto pure calendario che aspetta il Grifone nell’immediato. E’ comunque da affermare che se il bravo Davide riuscirà nell’impresa di condurre la squadra alla salvezza passerà alla storia per aver stabilito un record sicuramente meritato. Quanto a noi genoani ci auguriamo che questo ignominioso primato non venga mai più superato né tanto meno eguagliato.

Marco Colla

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.