Il 77, numero magico del Ballardini III

Ecco tutti i benefici riportati da questa particolare circostanza

50
La posa di mister Ballardini (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È entrato nel vivo il regno di Ballardini III, con sei gare di campionato e due di Coppa Italia all’attivo. Tralasciando i dignitosi risultati ottenuti sul campo ed i punti conquistati in chiave salvezza, l’analisi delle partite del Genoa con il mister ravennate fa emergere un particolare numero: il 77.
Settantasette come il minuto nel quale Davide Ballardini ha effettuato una sostituzione in quattro gare disputate; cinque, le gare nel conteggio, se consideriamo anche una sostituzione avvenuta un minuto dopo: il settantottesimo.
Tutte e quattro le sostituzioni del minuto 77, peraltro, sono state effettuate nelle ultime quattro partite disputate dal Grifone, mentre quella del minuto 78 risale alla “prima” del terzo esordio di Ballardini sulla panchina più antica d’Italia.
E così, dopo Cofie per Veloso al minuto 78 nel corso della trasferta a Crotone, ecco Omeonga per Pandev in Genoa-Atalanta, Omeonga per Brlek in Genoa-Fiorentina, Rossi per Galabinov in Juventus-Genoa di Coppa Italia e Cofie per Bertolacci nell’unica, finora, vittoria interna rossoblù (contro il Benevento) tutti al minuto 77.
Settantasette numero magico per Ballardini o casualità? Vedremo nelle prossime partite cosa accadrà.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.