Tuttosport, Genoa: via Perin, Criscito sarà il capitano

Il terzino in arrivo dallo Zenit. Conferme per Spolli e Pandev, via Bertolacci, Rigoni, Veloso, Taarabt e forse Lapadula

107
Domenico Criscito (Foto Valerio Pennicino/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sette partite per salutare questo campionato, sette esami da non fallire, una sola certezza: in estate sarà un ribaltone. Una rivoluzione, in pieno stile Preziosi, perché il Genoa ha molti dei suoi calciatori in scadenza di contratto e per altri invece verranno pagate motivazioni di natura tattica o legate al rendimento. Stando all’edizione odierna di Tuttosport, è in atto un ribaltone che prenderà il via a giugno e verrà ufficializzato a luglio con l’apertura del calciomercato: “Ogni situazione di contratto verrà valutata soltanto a salvezza raggiunta matematicamente” aveva asserito Perinetti, facendo capire come nessuno possa per il momento considerarsi sicuro della permanenza. Ballardini in primis.

Il 30 giugno s’avvicina, dunque il quotidiano torinese ha delineato un probabile bollettino di chi può restare: semaforo verde per Spolli e Pandev, malgrado l’età che avanza e alcuni acciacchi, che dunque vedranno un rinnovo recapitatogli a breve. Rosi e Cofie sono in dubbio, fino a qualche tempo fa parevano in odore di addio ma le ultime confortanti prove obbligherebbero a una riflessione. Per Veloso, Taarabt e Rigoni il discorso è più complicato: con quest’ultimo ci sono stati contatti ma non è stata trovata l’intesa, gli altri due potrebbero seriamente salutare il Luigi Ferraris. Su Pepito Rossi c’è da fare i conti con una scommessa sostanzialmente persa, ma non è detto che non vi sia una nuova stagione per poter sperare in una vittoria. Bertolacci tornerà probabilmente al Milan a fine stagione, mentre sono 11 i milioni che entreranno nelle casse rossonere come obbligo di riscatto dell’affare Lapadula: delusione grave, quella dell’italo-peruviano, che potrebbe anche lasciare la Lanterna in estate. Ultime due note su Perin e Criscito, perché il portiere è vicino a lasciare la piazza rossoblù per approdare in una big, mentre il terzino tornerà in Liguria dopo l’addio del 2013 e firmerà un contratto che lo legherà al club di Preziosi fino al 2023. Sarà con ogni probabilità lui il capitano e il leader del nuovo corso che s’aprirà in estate.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.