Tuttosport, un Genoa disattento si fa rimontare dallo Zenit

A Neustift finisce 2-3

804
Lazovic Genoa-Zenit
Darko Lazovic difende palla (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Seconda amichevole stagionale e qualche buon segnale, per mister Davide Ballardini, al cospetto di uno Zenit ben più avanti nella preparazione in vista della prossima stagione. Comunque un test positivo per il Genoa, riporta l’edizione odierna di Tuttosport, anche se il Grifone dovrà corregger gli errori che soprattutto nella ripresa sono costati il risultato. Hanno vinto i russi, capaci di imporsi con un punteggio di 2-3 nonostante le tante assenze da una parte e dall’altra: Marchetti, Sandro, Kouamé, Gunter, Criscito e Mazzitelli tra le fila rossoblù. Due moduli differenti visti in campo e in generale un clima di chiaroscuro che il Genoa sarà chiamato a diradare il prima possibile.

Ecco di seguito il tabellino:
Genoa primo tempo (4-3-3): Radu; Lakicevic, Biraschi, Spolli, Zukanovic; Bessa, Romulo, Lazovic; Medeiros, Piatek, Pandev. All: Ballardini
Genoa secondo tempo (4-2-4): Vosidek (dal 31′ st Russo); Pereira, Romero, Rossettini, El Yamiq; Omeonga, Callegari; Zanimacchia, Galabinov, Lapadula, Asencio. All: Ballardini
Zenit S. Pietroburgo (4-3-3): Lodygin (dal 1′ st Kerzhakov); Anyukov (dal 18′ st Smolnikov), Neto, Mevlja, Nabiullin (dal 18′ st Ivanovic); Kranevitter (dal 1′ st Noboa), Ozdoev (dal 1′ st Paredes), Hernani; Rigoni (dal 18′ st Kuzyayev), Shatov (dal 1′ st Zabolotnyi), Djordjevic (dal 1′ st Driussi). All: Semak
Reti: 22′ rig. Romulo, 35′ pt Ozdoev, 10′ Lapadula, 20′ Driussi, 44′ st Kuzyayev.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.