Tuttosport, Galabinov si guadagna la permanenza

"Deve restare al Genoa? Sono d'accordo" ha chiosato Ballardini, al 15° punto in 8 gare

49
La felicità di capitan Perin (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Perin para, Galabinov certifica la vittoria. Nasce così la partita a scacchi che Davide Ballardini ha portato a casa contro il dirimpettaio Beppe Iachini, una sfida combattuta decisa dai rossoblù grazie alla prima e ultima pedina della formazione, rispettivamente il portiere (capitan Mattia, sempre più in stato di grazia) e l’attaccante (il bulgaro, in lista trasferimenti e superato nelle gerarchie da Pandev e Lapadula). E’ stata una vittoria pesante, perché il Grifone aggancia il Sassuolo in classifica e regala un compleanno sereno al suo tecnico ravennate. Dati alla mano, sono 15 punti in 8 partite: marcia da Europa. L’analisi che trova posto stamani sulle colonne di Tuttosport certifica anche come l’attacco rossoblù abbia vissuto 90′ ambivalenti: male Lapadula, con la parziale scusante di un brutto colpo al naso che non gli ha evitato una visita al San Martino per accertamenti, molto bene Galabinov che all’80’ è andato in gol tramutando in colpo di testa vincente un gran traversone di Biraschi. “Non avrei pensato di arrivare alla Befana con questi punti – ha affermato un soddisfatto Ballardini – Perin è un portiere di spessore internazionale, talento puro, ce ne  sono pochi al mondo come lui e non abbiamo la fortuna di averlo”.

In ogni caso la copertina del dopo gara non ritrae solo l’Airone di Latina, decisivo come ultimamente sempre (pure contro il Torino, gran parata a salvare il risultato), bensì pure Galabinov. Deve restare al Genoa? “Sono d’accordo, il ragazzo ha qualità che nella nostra rosa non ci sono” ha sentenziato Ballardini chiudendo parzialmente alla cessione dell’ex Novara. E chissà che con questo gol possa arrivare pure la conferma…

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.