Thiago Motta: «Per me è un onore allenare il Genoa, stasera andremo a letto sereni»

Thiago Motta a radio Nostalgia: «Sono onorato di allenare il Genoa, ho avuto tantissimo da calciatore da questa società e rifarei questa scelta. Andrò a letto sereno, come tutti i miei ragazzi, abbiamo dato tutto»

3142
Thiago Motta Genoa
Mister Thiago Motta (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Genoa ordinato, coraggioso e anche un pizzico fortunato. Il Grifone strappa un punto al San Paolo, ringrazia Radu autore di un vero e proprio miracolo su Elmas, ma ritorna a Genova con la consapevolezza di aver fatto una signora partita, magari con un pizzico di convinzione in più ora si starebbe parlando di una vittoria. Mister Thiago Motta ha commentato il pareggio contro il Napoli ai microfoni di Radio Nostalgia. «Grande spirito di squadra, sono contento, i ragazzi hanno fatto un grande lavoro. Con Pandev ho condiviso lo spogliatoio, abbiamo vinto insieme, è un grande calciatore e un grande uomo, oggi ha disputato una grande partita.  Stasera abbiamo giocato bene, dimostrando coraggio uscendo sempre palla al piede dalla difesa, avevamo di fronte una squadra fortissima in contropiede, ma abbiamo controllato bene, attaccando ogni qual volta si poteva. Io sono onorato di allenare il Genoa, ho avuto tantissimo da calciatore da questa società, non sono preoccupato e rifarei questa scelta. Andrò a letto sereno, come tutti i miei ragazzi, abbiamo dato tutto. Criscito e Sturaro li valuteremo in settimana, abbiamo organizzato un’amichevole per testarli, credo che Criscito possa rientrare dopo la sosta, per Sturaro vedremo l’infortunio che ha patito ci obbliga ad essere cauti».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.