Svincolati per il Genoa: Muñoz e Aleesami le occasioni in difesa

C'è anche Jozo Simunovic, che nel 2016 fu a un passo dal Torino

11759
Munoz (Foto Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nell’attesa che entri nel vivo un calciomercato per certi versi assurdo e non ancora cominciato (durerà dal 1° settembre al 5 ottobre 2020), la programmazione sportiva per la stagione 2020/21 comincia a estrarre dal cilindro delle trattative i primi nomi, tra prestiti riscattati da squadre cui erano prestati e colpi di mercato più o meno low cost, causa impatto devastante del Covid-19 – tra le altre cose – sulle finanze calcistiche.

Se uno studio di EY ha stabilito che nella prossima stagione il valore del calciomercato scenderà del 40%, pescare a basso costo diventa essenziale. Attingere dalla lista degli svincolati può pertanto essere una manna dal cielo, consentendo di risparmiare sui costi dei cartellini. Evitando i nomi più altisonanti (Cavani, Götze e Pato), allo stato attuale sono molte le suggestioni free agent cui il Genoa potrebbe attingere, per rinforzare una rosa che al 1° settembre parrebbe la seguente:

Portieri: Marchetti.
Difensori*: Biraschi, Goldaniga, Masiello, Zapata, Criscito, Ghiglione, Ankersen, Jaroszyński, Lakićević (Curado, Carillo, Altare, Njie, Candela, Valietti)
Centrocampisti: Radovanović, Schöne, Behrami, Sturaro, Lerager, Cassata, Jagiełło, Omeonga (Calò, Brlek, Schäfer, Micovschi).
Attaccanti: Pandev, Pinamonti, Favilli, Parigini, Lapadula (Spinelli, Dalmonte, Asencio).
*l’assenza di Koray Günter è dovuta all’alta probabilità che l’Hellas Verona riscatti il difensore tedesco dal Genoa, mentre ugualmente El Yamiq pare destinato a restare ne La Liga dopo il prestito al Real Saragozza.


IN DIFESA

Paolo Ghiglione, Davide Biraschi, Andrea Masiello, Domenico Criscito. La linea titolare è fatta, anche in caso di cessione di Biraschi (che Giampaolo vorrebbe ricongiungere ad Armando Izzo al Torino) con la promozione di Cristian Zapata. Le alternative ai terzini, oltre a Peter Ankersen, sono a oggi Jaroszyński e Lakićević. Il polacco classe ’94 arrivò la scorsa estate, il serbo classe ’93 nel giugno 2018: il primo rientra da Salerno dove è stato titolare, il secondo da Venezia dove s’è guadagnato il posto con una stagione in crescendo. Se Antonio Barreca, tornato al Monaco per fine prestito, non ha ancora una destinazione (si parla di Fiorentina), tra gli svincolati v’è più di una suggestione.

Munoz (Foto Getty Images)

Nathaniel Clyne, Ezequiel Garay e Víctor Ruiz sono tutti difensori con esperienza nelle Coppe europee. Profili meno sfavillanti, dunque più propensi ad accettare un posto in panchina, potrebbero essere il terzino destro Antonio Barragán e il centrale Jozo Simunovic. Il primo, 33 anni, è svincolato dal Betis Siviglia dopo essersi alternato col brasiliano Emerson. Il secondo, 26 anni, croato, nell’estate 2016 fece le visite mediche col Torino salvo tornare al Celtic per un accordo mancato tra i granata e gli scozzesi: è reduce da un infortunio al ginocchio, ma nel finale della stagione scorsa ha mostrato un recupero positivo. Potrebbe rilanciarsi a Genova.

Nome non nuovo al calcio italiano (ha militato in Pescara, Frosinone ed Empoli), il 27enne Uroš Ćosić ha maturato esperienza in Grecia (AEK) e Polonia (Craiova). Età e profilo farebbero pensare a lui come buon un profilo alternativo ai titolari, al pari del 29enne Haitam Aleesami: reduce da 22 presenze nell’Amiens retrocesso in Ligue 2, il terzino sinistro norvegese ex Palermo potrebbe tornare in Italia.

Giuseppe Pezzella, Ivaylo Chochev and Haitam Aleesami (Foto Tullio M. Puglia/Getty Images)

Altri nomi interessanti, più o meno noti al calcio italiano, sono quelli di Isaac Donkor (ex Inter, svincolato dallo Sturm Graz) ed Ezequiel Schelotto (Brighton). Idee più suggestive ma la cui fattibilità va verificata parlano greco (Kyriakos Papadopoulos, ex Amburgo), islandese (Jon Gudni Fjóluson, 31enne ex Krasnodar), olandese (Cuco Martina, ex Everton) e croato (Josip Pivarić, 31enne ex Dinamo Kiev). Tutte piste d’esperienza e di esperienza in campo europeo, che al Grifone farebbe comodo. Fermo restando che anche Ezequiel Muñoz sia svincolato, a 28 anni: viene da 22 presenze in Superliga col Lanús. Al Genoa arrivò nell’estate 2015 da svincolato e partì nell’agosto 2017. Chissà che non possa tornarci.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.