Guerello: “Portiamo le spoglie di sir James Spensley a Genova”

Il menbro del consiglio di reggenza della Fondazione: "Abbiamo un costante interesse storico per il padre del Genoa"

57
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa inaugura i festeggiamenti del compleanno numero 125. Prima tappa Palazzo Reale, la magnifica Sala degli Specchi. Giorgio Guerllo, membro del consiglio di reggenza della Fondazione, ha spiegato: «Abbiamo un legame storico-culturale e anche di sangue con Genova: il Genoa è perfettamente inserito nella città. Ogni anno circa duemila genoani destinano il loro cinque per mille alla Fondazione, una capillarità che va oltre il denaro».

Guerello ha poi rivelato: «Colgo l’occasione per rinnovare al Console Onorario la nostra richiesta di traslare le spoglie di sir James Spensley a Genova. Nel 2004 la nostra prima istanza fu bloccata perché una rigida legge vieta di toccare i defunti sepolti in un cimitero militare. L’interesse storico per Spensley è ancora costante».

Infine una parola sul Museo: «Lo ha creato la Fondazione con le sue risorse. Il Porto Antico è il luogo ideale, non solo perché accoglie i turisti essendo mappato tra i principali musei della città. Genova è tornata signora del Mediterraneo quando venne aperto il canale di Suez: tale evento condusse gli inglesi nella nostra città».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.