ESCLUSIVA PG, Tosto: “Lasciare il Genoa è stato il mio rimpianto più grande”

L'ex difensore: "Quasi costretto ad andar via"

2787
Vittorio Tosto in maglia Empoli (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un solo anno al Genoa, il 2004/05, campionato trionfale culminato però con l’illecito sportivo. L’onta della Serie C, orribile da digerire dopo il primo posto in cadetteria firmato dal generale Cosmi, toccò in particolar modo Vittorio Tosto. Difensore preciso e carismatico, il calabrese classe 1974, apprezzato dai tifosi per la sua dedizione e ritenuto da Serse Cosmi un leader del reparto. Si spiegano così le 30 presenze che Vittorio Tosto poté vantare quell’anno, prima che le più rosee aspettative di promozione si tramutassero nel cocente peso della retrocessione.

Intervistato da PianetaGenoa1893.net in esclusiva, Tosto ha raccontato quei momenti rivelando un particolare: “Ricordo bene quegli anni, purtroppo io fui quasi costretto ad andare via perché la probabile Serie A conquistata sul campo fu annullata dall’illecito sportivo. Mi dispiacque per Preziosi, ma ancora oggi ci penso. Io sarei rimasto al Genoa a vita, ci stavo benissimo, e infatti è questo il rammarico più grosso in tutta la mia carriera: non aver mai disputato un campionato di Serie A con la maglia del mio Genoa.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA SECONDA PARTE DELL’INTERVISTA

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.