Calcio italiano in lutto: è morto Felice Pulici

Aveva vinto il primo scudetto con la Lazio nel 1974 e ne era diventato anche dirigente

951
Felice Pulici (Foto Wikipedia)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il calcio italiano è in lutto: dopo una lunga malattia è morto Felice Pulici al Policlinico Unmberto I di Roma. Era nato a Sovico 73 anni fa. Gli sportivi lo ricorderanno come uno dei protagonisti del primo scudetto con la Lazio nel 1974: in biancoceleste aveva collezionato 150 presenze tra il 1972 e il 1977, oltre a ulterori 17 nella stagione 1981-82. Aveva vestito anche le maglie di Monza, Novara, Lecco e Ascoli. Era stato anche dirigente della Lazio: direttore generale nel 1983 con Chinaglia presidente, poi il patron laziale Claudio Lotito lo aveva voluto come membro della segreteria generale nel 2005. Nel 2006 è stato uno degli avvocati che hanno rappresentato il club biancoceleste nel processo sportivo di Calciopoli. Nell’agosto dello stesso anno gli è stata affidata dal presidente della Lazio, inibito da questo ruolo per i successivi due anni, la rappresentanza sportiva della società romana. Pulici dovrà firmare i contratti e provvedere ai tesseramenti: rinuncerà al ricorso al Tar per la penalizzazione inflitta alla squadra biancoceleste in relazione ai fatti contestati durante il processo sportivo. Poi ricoprirà anche l’incarico di direttore generale dell’Ascoli.

Il Genoa ha espresso su twitter il proprio cordoglio.

Accetta i statistics, marketing per visualizzare questo contenuto.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.