Anche la stampa greca applaude il Τζένοα di Ballardini

Οι Ροσομπλού νίκησαν την Ιντερ. Gazzetta. gr γράφει για την μεταμόρφωση τους με τον Ντάβιντε Μπαλαρντίνι

87
Il Genoa sotto la Nord (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Τζένοα με ρυθμό… Champions League!”. Passi per i caratteri latini utilizzati quando si parla della massima competizione europea per club, il senso di questa frase potreste averlo capito anche da voi. Il ρυθμό è il ritmo, un ritmo da Champions. Quello del Τζένοα, il Genoa, che viene pure descritto come Οι Ροσομπλού. I rossoblù, quelli che dopo il successo contro l’Inter hanno visto completarsi la metamorfosi. In greco si parla di una μεταμόρφωση, che per chi ha studiato al liceo classico sarà di facile intesa. L’artefice principale dei cambio di rotta, ma questo certamente lo saprete da voi, ha un nome e un cognome che mi rifiuto di tradurre: Nτάβιντε Μπαλαρντίνι. Davide Ballardini.

Zukanovic festeggia con Rosi e Spolli dopo l'autogol di Ranocchia in Genoa-Inter 17 Febbraio 2018 (Foto Emilio Andreoli/Getty Images)
Zukanovic festeggia con Rosi e Spolli dopo l’autogol di Ranocchia in Genoa-Inter 17 Febbraio 2018 (Foto Emilio Andreoli/Getty Images)

Marassi è stata fatale ai Νερατζούρι, nerazzurri, ma come scrive Gazzetta.gr η αλήθεια είναι ότι το αποτέλεσμα μόνο έκπληξη δεν αποτελεί, dunque la verità è che non si tratta di una sorpresa. I ragazzi di Spalletti sono in crisi, ma il Genoa vive un momento importante ed è sulla cresta dell’onda.Δεν το είχα ποτέ πολύ με την Serie A – esordisce Ballardini, rivelando con un pizzico di tristezza come non abbia mai ottenuto troppe soddisfazioni dal campionato italiano – Εγώ είμαι προπονητής για τα τμήματα υποδομής, αυτό μου άρεσε να κάνω πάντα”. Un allenatore pragmatico, che quando deve descriversi usa parole semplici: “Επέστρεψα για να είμαι ο εαυτός μου: Προπονώ, κάνω επιλογές, έχω καλές σχέσεις με τους παίκτες μου. Sono tornato a essere me stesso – la traduzione – alleno, prendo decisioni e intrattengo buoni rapporti coi miei calciatori. Un rendimento inferiore solo a quello di Νάπολι και Γιουβέντους, Napoli e Juventus, proietta i rossoblù nelle zone più nobili della classifica: tutt’altro rispetto alla conduzione Juric, Τζούριτς in greco. Ora i genovesi, oι Γενοβέζοι, hanno davvero premuto il piede sull’acceleratore.

La Gradinata Nord con lo striscione dedicato a Fabrizio De Andrè (foto di Genoa CFC Tanopress)
La Gradinata Nord con lo striscione dedicato a Fabrizio De Andrè (foto di Genoa CFC Tanopress)

La stampa ellenica non manca peraltro di sottolineare l’eccezionale rendimento di alcuni singoli: Πάντεφ, Λασάλτ και Μπερτολάτσι sono quelli che hanno visto un miglioramento più sensibile col cambio in panchina (Pandev, Laxalt e Bertolacci), ma pure il rendimento del capitano, Perin (Περίν) è da segnalare. Il poker di vittorie sarebbe un risultato storico, che nemmeno Τζαν Πιέρο Γκασπερίνι, Gian Piero Gasperini, era riuscito a mettere a segno: si fermò a tre, nel maggio 2015, il tecnico di Grugliasco. Semmai nel mirino c’è Gigi Simoni, Τζίτζι Σιμόνι. Per continuare a far bene in Serie A, prendendosi pure i complimenti da parte della stampa greca.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO DI GAZZETTA.GR

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.