Tuttosport, Taarabt: “Il Genoa mi ha aiutato tanto”

Il trequartista marocchino s'è confidato in un intervista al quotidiano sportivo torinese

124
Primo piano di Adel Taarabt (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Vedi Genova e rinasci. La stessa strafa che ha consentito a molti ex grandi giocatori di rilanciarsi in rossoblù (Perotti su tutti, volendone scomodare uno) parrebbe esser stata intrapresa da Adel Taarabt dopo una stagione anonima a Lisbona. Il 10 gennaio è sbarcato in Liguria con un biglietto da visita importante ma anche con la necessità di rimettersi in sesto: prestito biennale, inizio complicato, dubbi sulla sua forma fisica e infine la messa fuori rosa. Da lì è tornato, scalando prepotentemente posizioni e facendosi apprezzar sia da Juric che Ballardini: ora è un pilastro del Genoa, che vive delle sue fiammate improvvise. “Devo tutto a Ivan Juric” ha precisato Taarabt in un’intervista pubblicata stamani sulle colonne di Tuttosport. E’ tornato l’amore per il calcio, quello che pareva perduto e che grazie al tecnico croato è apparso di nuovo, c’è stata fiducia riposta in Adel e lui ha risposto nel modo più positivo possibile.

Prima di tutto Taarabt ha voluto chiarire come le responsabilità del brutto inizio di campionato non siano da additarsi al precedente mister, però d’altro canto questo è il calcio e si pensa ad andare avanti: la prova di Crotone è stata certamente positiva, i punti non sono quelli meritati e le prestazioni non sono concretizzate in una classifica per il momento negativa. Tutta questione psicologica, secondo Taarabt, un po’ come nella sfida a Ferrara contro la Spal in cui il Grifone ha perso per un unico tiro in porta. Pure il derby ha vissuto lo stesso copione, se il Genoa fosse andato in vantaggio la partita sarebbe stata diversa: invertire la rotta è necessario, ma le qualità ci sono e allora è tutta questione di trovar continuità. Anche perché a dirlo è uno dei leader dello spogliatoio, pur insieme a Veloso: punti di riferimento costanti, professionisti che prima di alzare la voce preferiscono parlare e dispensare consigli. Sul valore complessivo della rosa Taarabt indica la posizione del Grifone tra la nona e la dodicesima casella, mentre quando gli vien chiesta una battuta sul suo futuro è lapidario: “Voglio far bene qui, il Genoa mi ha dato tanto”.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.