Tuttosport: per Juric saranno decisive le prossime tre gare

Il presidente Preziosi ha confermato il tecnico ma si tratta di una fiducia a tempo

34
Ivan Juric (foto Valerio Pennicino/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Avanti con Juric: questa la linea tracciata dal presidente Preziosi per l’immediato futuro del suo Genoa. Sarà ancora il 42enne di Spalato a sedersi sulla panchina del Grifone, nonostante due soli punti in sette gare e una preoccupante situazione di crisi. Ovviamente, scrive Tuttosport, si tratta di una fiducia a tempo perché se i prossimi risultati non dovessero essere soddisfacenti potrebbe esservi un ribaltone per scuotere la squadra: ma nonostante la piena zona retrocessione e il poco lusinghiero penultimo posto, Juric sarà ancora per il momento l’allenatore designato a rilanciare il Genoa.

Preziosi ha confermato il suo tecnico dando credito alla sfortuna dilagante: il presidente, si legge sulle colonne del quotidiano torinese, vedrebbe una squadra ancora viva ma affossata da qualche errore individuale e da singoli eventi nel corso dei 90′.  Contro Inter e Bologna la prestazione è stata positiva, elemento che avrebbe per ora stoppato la staffetta con uno tra Oddo e Ballardini, quest’ultimo già in due occasioni a Genova (2011 e 2013, molto amato dalla piazza), mentre Mazzarri e Colantuono restano sullo sfondo, piste non troppo calde. Anche perché qualche attenuante c’è: lo scorso anno, l’esonero di Juric in favore di Mandorlini non ebbe conseguenze positive, peraltro poi quest’anno vi sono infortuni e squalifiche di cui tener conto, roba che ha privato il Grifone dei suo leader difensivo Izzo e della sua punta principe Lapadula. Mancano all’appello Laxalt e Lazovic, e senz’ali non si vola, Ricci e Palladino faticano, Galabinov va ad intermittenza e la difesa tiene ma non entusiasma. In tutto questo, Juric va avanti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.