Tuttosport, il Genoa monitora Filippo Inzaghi

Capitolo panchina: Ballardini potrebbe non essere riconfermato. Nicola in pole, Semplici e Maran defilati

99
Filippo Inzaghi, Venezia (Foto Giuseppe Bellini/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Davide Nicola s’è dimesso a dicembre dalla panchina del Crotone, ed è sempre più in pole position per rilevare dall’altro Davide, Ballardini, le redini del Genoa. Tutto trova conferme verso il terzo allenatore che dalla società pitagorica approderebbe in rossoblù, dopo Gasperini e Juric, così come vorrebbe dire il terzo addio del tecnico di Lugo che mai è stato confermato a fine stagione finora. Non basterà all’ex mister di Lazio e Bologna una salvezza che a novembre pareva roba assai ardua, ma che è stata praticamente conquistata: Ballardini ha annunciato che resterebbe volentieri e anzi gradirebbe decisamente la possibilità di cominciare una stagione dall’inizio, con la preparazione estiva.  In ogni modo, scrive Tuttosport in edicola questa mattina, se il Genoa dovesse battere il Crotone ecco che il Grifone si isserebbe a quota 38 punti: arriverà, dunque, il momento di parlare del Balla.

L’altro nome che trova conferme, secondo il quotidiano torinese, è quello di Filippo Inzaghi. Perinetti l’ha conosciuto al Venezia e sarebbe pronto a spingere per un suo approdo all’ombra della Lanterna, anche se restano leggermente defilate le piste Semplici e Maran. Prima c’è tuttavia da sconfiggere il Crotone, in una gara ostica che i rossoblù affronteranno con varie assenze (Izzo e Biraschi infortunati, Rigoni squalificato) e ulteriori defezioni: se Spolli sembra ormai recuperato, meno chances vi sono nel vedere Andrea Bertolacci in campo dall’inizio. In difesa l’argentino agirà al centro, con Rossettini a destra e Zukanovic a sinistra, mentre non è escluso l’impiego di Veloso e Taarabt. E Galabinov va verso il rientro.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.