Tuttosport, il Genoa molla Obi e Acquah

Saltato ieri sera l'ultimo tentativo di scambio con Laxalt: entrambe le piste sembrano sfumare

59
Acquah, centrocampista del Torino (Foto Valerio Pennicino/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Afriye Acquah, Joel Obi. Nomi che da tempo risuonano dalle parti di Genova, dati per vicini al Grifone ma di fatto più che mai lontani. Il profilo di entrambi piacerebbe a Ballardini, segnala Tuttosport questa mattina in edicola, ma le possibilità che almeno uno dei due giochi i prossimi mesi con la maglia rossoblù indosso si spengono progressivamente col passare delle ore. Cronaca di un affare fatto e mai concluso, di adescamenti e sondaggi, di trattative o più concretamente soltanto semplici idee di calciomercato.

Obi ha il contratto in scadenza nel 2019, e puntando proprio sul fatto che prossimamente sarà un free agent il Genoa, oltre al Cagliari, ha presentato l’offerta di prestito sperando poi di poter scritturare le prestazioni dell’ex Inter a zero. Mossa intelligente, che però s’è presto scontrata con le resistenze di Urbano Cairo: o Obi parte a titolo definitivo, o resta. Pare che sia la seconda eventualità quella destinata a palesarsi, visto che anche la terza squadra in lizza per il nigeriano, il Benfica, non è convinta dal tirar fuori 4,5 milioni per il cartellino del centrocampista. Stesso discorso per Acquah, che al pari del compagno si ritroverà impantanato in una mediana ancora più affollata e africana (in arrivo alla corte di Mazzarri c’è pure Godfred Donsah dal Bologna). Pure per il ghanese il discorso è chiaro: il ds granata Petrachi vorrebbe cedere almeno uno tra lui e Obi per evitare una rosa extra large a centrocampo, del resto col Bologna i contatti sono serrati e da entrambe le parti, riporta il quotidiano torinese, si vorrebbe chiudere. Il problema, semmai, è che anche ieri sera c’è stato un tentativo di imbastire uno scambio con Laxalt andato a vuoto. La sensazione è che ora il Genoa sai destinato a virare su altri profili, e che sotto la Mole restino tutti quanti i partenti. Prospettiva beffarda, ma il calciomercato è anche questo. Fermo restando, però, che c’è tempo fino alle 23 di questa sera.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.