Tuttosport, il Genoa allontana la Samp dall’Europa

Pari deludente, spalti meravigliosi: alla fine vince la noia e il Grifone rallenta i cugini

70
Lapadula in dribbling (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Luce fioca, Lanterna spenta e desideri inespressi. La Sampdoria sognava di continuare la marcia europea, il Genoa aveva una voglia matta di mettere i bastoni fra le ruote ai cugini. Alla fine hanno la meglio le istanze rossoblù, ma solo perché in fondo i blucerchiati hanno rallentato la corsa alle posizioni nobili della classifica, dove la Fiorentina invece continua a spingere senza sosta pronta a lasciare indietro la truppa di Marco Giampaolo. Sono stati 90 minuti troppo tattici per vedere l’una o l’altra parte primeggiare su quella avversaria, duello tra due tecnici che mai avevano (e hanno, alla luce del risultato) sperimentato l’onda della sconfitta nella partita che più di ogni altra conviene non perdere. Vagonata d’emozioni provenienti dagli spalti, una Nord lustrata a festa con tanto di “Respublica Superiorem Non Recognoscens”.

Tela collosa rossoblù, maglie doriane sparse, Sampdoria a trazione anteriore al cospetto di un Genoa quadratissimo che aveva in Pereira e Laxalt due ottimi guastatori sulle rispettive corsie di competenza. Pochi brividi, una sola linea di 30 metri che conteneva tutti i duelli combattuti nello spazio lasciato da due baricentri altissimi tenuti dalle difese. Qualche errore, come quello di Regini che ha spalancato la porta di Viviano al contropiede di Lapadula (provvidenzialmente fermato da Bereszynski), ma pochissime verticalizzazioni e altrettanti lanci. Fraseggi lenti, ripresa sulla falsariga: il Genoa presidia maniacalmente gli spazi e la Sampdoria si difende ordinatamente. Cambia ben poco, la stracittadina la vincono in tre: la noia che ha imperversato incontrastata per 94 minuti, le gradinate come al solito luminescenti e sfavillanti, un Grifone che quantomeno s’è tolto lo sfizio di rendere un pizzico più difficile la qualificazione europea ai cugini.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.