Repubblica Genova, l’assessore Piciocchi: “Genoa e Sampdoria devono mettersi in regola per lo stadio”

L'esponente della giunta comunale di Genova spiega che è stato dato mandato all'Agenzia delle entrate per la riscossione coattiva a causa dell'inadempienza per le concessioni della Luigi Ferraris srl, posseduta al 50% dai due club

18
Lo stadio Luigi Ferraris (Foto Gabriele Maltinti/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Le due società ora devono mettersi in regola”. Pietro Piciocchi, assessore al Bilancio e Patrimonio del Comune di Genova, ha spiegato a Repubblica Genova che è stato dato mandato all’Agenzia delle Entrate per la procedura esecutiva di riscossione dei canoni della società Luigi Ferraris srl, posseduta pariteticamente da Genoa e Sampdoria, che gestisce lo stadio. Tursi lamenta un arretrato di 1 milione e 178mila euro per le concessioni non pagate: riguarda parte del 2014, tutto il 2015 e 2016, più una parte del 2017.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO SUL SITO DI REPUBBLICA GENOVA

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.