Omeonga e Taarabt le possibili sorprese dal 1′

Tra i tanti gli indisponibili (Izzo, Spolli, Centurion e Lapadula), possibile prima in rossoblù per Rossettini. E Mattia Perin è pronto al rientro

44
Taarabt in allenamento (Foto Genoa cfc)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ ormai quasi assodato che Mattia Perin abbia nella sua carriera la costante neroverde. Due anni fa, in un Sassuolo-Genoa, un duro scontro col compagno Munoz gli costò la rottura del crociato e conseguentemente un lungo stop. Tornato a pieno ritmo, dopo aver nel frattempo saltato forzatamente la chiamata di Conte ad Euro 2016, l’Airone di Latina rivide finalmente la luce il 18 settembre 2016 ancora al Mapei Stadium. Questa sera, ecco il capitolo finale di una trilogia che il neo capitano rossoblù è totalmente concentrato a lasciarsi alle spalle: si torna in campo, ancora nel regno emiliano del patron Squinzi. Con la fascia al braccio, col pensiero ancora a quel Genoa-Roma che dal gennaio 2017 lo tolse dalla disposizione di Juric per una nuova rottura del crociato. Il terzo grave infortunio ha nuovamente temprato un carattere solare, quello di Mattia, facendogli venir poi una voglia matta di tornare tra quei pali: dopo 10 anni in cui Perin respira continuamente l’atmosfera del Grifone è arrivata l’ora che venga insignito del riconoscimento di leader. Chi meglio di lui potrebbe rivestir tale carica, specie dopo i recenti elogi di un Juric che ha ammesso pubblicamente come sia più sereno?

In ogni caso, al testa va al Sassuolo: già senza Izzo, Spolli, Lapadula e Centurion, potrebbe debuttare dall’inizio l’ultimo arrivato Rossettini. La novità potrebbe esser a centrocampo, dove Omeonga sarebbe in ballottaggio con Veloso e stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport sarebbe in pole position per affiancare Bertolacci perché, Ivan divit, conferisce molta intensità al gioco. Poco più avanti, spunta la forte candidatura di Adel Taarabt: in duello col giovanissimo Salcedo per un posto, alla fine dovrebbe spuntarla il marocchino.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.