Il Giornale P&L, un francobollo per celebrare il Genoa

Mai nella storia l'Italia filatelica aveva celebrato il Grifone: solo Grenada e San Marino l'avevano fatto

80
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Mai nella storia era capitato che Poste Italiane omaggiassero il club più antico d’Italia emettendo francobolli celebrativi, nemmeno in occasione dello storico centenario del club. Pazienza, però: forse memore dell’errore commesso, la società romana si farà perdonare con un’edizione speciale consentendo una speciale affrancatura, per festeggiare i 125 anni del Genoa, il prossimo 7 settembre. Un risultato da celebrare, si legge stamani su Il Giornale nella sua edizione del Piemonte e della Liguria, visto pure il contributo della Filiale Genova I Levante delle Poste, principale motore dell’operazione.

Già in passato vi era stato il tentativo di ottener la stampa di un qualche francobollo dedicato al Genoa, magari in occasioni di scudetti vinti, tuttavia le intenzioni erano state frettolosamente stoppate dal niet arrivato da Roma. Accadde quasi paradossalmente che il centenario del Grifone fu filatelicamente ricordato solo da una società privata, la Ghiglione, prima in Italia nel settore e nata otto anni prima del Genoa: tra pionieri ci si intende, verrebbe da dire, tanto che l’isola caraibica di Grenada dedicò 14 valori ai colori rossoblù (cui la Ghiglione era affezionata vista la militanza di Ezio, padre di Piero ovvero il patron attuale). Allora toccò a Spensley, De Vecchi, Burlando, Levratto, Stabile, Sardelli, Verdeal, Becattini, Abbadie e Meroni, poi ecco Pruzzo e gli eroi di Anfield Road con annesso “We Are Genoa” ritraente la dicitura “so is Italian football”. A chiudere il cerchio, i 15 dollari di valore del francobollo con lo stemma del Grifone e la scritta “Nine times Italian Champion”.

Urge ricordare, ricorda il quotidiano, come anche cinque anni fa (in occasione del 120° compleanno) ci fossero state pressioni per ottenere una celebrazione filatelica mai però arrivata se non da San Marino. L’attenzione dei privati oggi s’è trasferita allo stato, che dunque il 7 settembre renderà omaggio al più antico club d’Italia: non si conoscono dettagli né bozze, ma una cosa è certa. Si tratterà di una vera e propria chicca per i collezionisti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.