Il Genoa ha sofferto in Coppa, col campionato alle porte

Le note positive arrivano da Biraschi e Taarabt, la difesa va obbligatoriamente registrata: importante l'arrivo di Rossettini

64
Giovanni Simeone (Genoa) celebrate after gol 1-1 during the TIM Cup match between Genoa CFC and AC Cesena at Stadio Luigi Ferraris on August 13, 2017 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’obiettivo è stato centrato, ma ci sono voluti i tempi supplementari per piegare la stoica resistenza opposta dal tenace Cesena di Camplone. Questa la chiave di lettura che traspare da Il Giornale del Piemonte e della Liguria, quotidiano che vede con un pizzico di stupore il fatto che il Grifone si sia trovato sotto nel punteggio per via del rigore trasformato da Karim Laribi. Bisogna inevitabilmente lavorare per correggere i difetti mostrati in questo test precampionato, altresì chiamato Coppa Italia, nel quale il Grifone non ha certo brillato. Specie in fase difensiva urge una forte iniezione di personalità e, perché no, qualche volto nuovo. Del resto contro il Sassuolo c’è da dire che tornerà Ervin Zukanovic, squalificato in Tim Cup, e Biraschi potrà finalmente tornare al suo ruolo originario (primo a destra in una difesa a tre) dopo aver tolto molte castagne sul fuoco contro il Cesena, in una posizione non propriamente sua. Giocando à la Burdisso, da centrale, con Rosi e Gentiletti ai suoi lati, ha garantito la fisicità necessaria ma ha per forza lasciato scoperta una casella a destra, laddove Rosi è un terzino e Izzo non sarà disponibile per un po’ causa squalifica per calcioscommesse. Capitolo nuovi arrivi: oggi dovrebbe esser a Genova Luca Rossettini, magari potrebbe partire dal primo minuto all’esordio in campionato contro il Sassuolo.

Le note positive semmai arrivano davanti, dove Adel Taarabt ha mostrato giocate di gran classe dilatate nei 70 minuti circa in cui si è visto in campo. Rientra da una condizione fisica inaccettabile, il marocchino, ma una volta ultimata la messa a punto saprà certamente dare quel quid in più alla manovra del Genoa. Potenzialmente, è il più talentuoso della rosa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.