Il Genoa e le “ultime spiagge” del passato

Le salvezze acciuffate in extremis dal Grifone

40
Davide Ballardini durante Genoa-Pescara 4-1 5 maggio 2013 al Ferraris. (Foto Gabriele Maltinti/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un quarto d’ora così breve, eppure così intenso. Questa sarebbe stata la durata dell’incontro di ieri tra Preziosi e la squadra, in cui il patron avrebbe incitato i suoi: poco importa di lui, l’importante è che siano carichi i giocatori, come lui stesso ha detto. Forse sarà allo stadio, forse no, di certo quella col Chievo è una partita da segnare col circoletto rosso sul calendario. Assolutamente da non sbagliare, così come Mattia Perin l’ha definita: rientrato finalmente a lavorare a Pegli, il portiere ha chiarito di voler dare un importante contributo anche da fuori. Al pari di Nicolas Burdisso, che però guiderà la difesa dal campo e con la fascia di capitano al braccio. La Repubblica – Genova, che ha riportato questa notizia, si è poi recata poi in viaggio nel passato a rivivere le storiche sfide da “dentro o fuori”: dalla spaccata acrobatica con cui Mario Faccenda salvò il Grifo nel 1982, nella bolgia del San Paolo, fino al doppio playoff con la Salernitana in cui si rischiò la C. Quel rigore di Stellini all’andata, poi sempre il buon Christian a cui è seguito il miracolo di Dante Lopez al ritorno. Tutte memorie felici che ora vanno ripescate dagli annali per caricare l’ambiente in vista di domenica.

E che dire di De Canio e della sua creatura che nel 2012 vinse sul Cagliari nel campo neutro di Brescia? Finì 2-1, e grazie a Palacio e Jankovic furono messi a referto tre punti decisivi per non cadere nel baratro. Ma c’è un ultimo precedente che l’edizione genovese della Repubblica ricorda. E’ quello del 2013, col Balla in panchina. Si giocava a Verona, proprio contro il Chievo, il 28 aprile: a decidere la contesa fu Marco Borriello. Domani si gioca al Ferraris, ma la speranza è che mutando la location il risultato non cambi.

Matteo Albanese

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.