Il Genoa ci ricasca e non va oltre il pari col Chievo

Rossoblù attenti, salvati dai cambi (Rosi e Taarabt), avanti con Laxalt ma raggiunti da Hetemaj. E nel finale, ci sarebbe pure stato posto per la rimonta di Pellissier...

58
Biraschi contrasta Inglese del Chievo (Foto Paolo Rattini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un punto, in determinate situazioni, aiuta esclusivamente a smuover un po’ una classifica bloccata. E’ il caso del Genoa, che contro il Chievo non ha osato oltre il pari casalingo per metter a referto un 1-1 tranquillo. Restano i problemi, scrive La Gazzetta dello Sport: in difesa permangono assenze e squalifiche importanti, la tenuta del reparto è ancora da trovare, ma quantomeno la squadra ha reagito e questa volta non è stata presa per mano da Pietro Pellegri. Il Chievo ha giocato un match attento e ordinato, è pervenuto al pareggio e ha rischiato il colpaccio esterno a Genova ma Pellissier ha mancato l’appuntamento con la rete.

Pellegri confermato, dunque, con Palladino e Brlek a supporto: tutta linfa a favore delle folate provenienti da centrocampo, dove se Laxalt ha recitato il ruolo di pendolino c’era un Lazovic davvero in pessima giornata a fargli da dirimpettaio. Pure Bertolacci non ha giocato la sua miglior partita, e in un primo tempo povero di spettacolo le conclusioni in porta sono state soltanto due: una per parte, Cacciatore tra i clivensi e Brlek tra i rossoblù.
Entrati Rosi e Taarabt all’inizio del secondo tempo, fuori Lazovic e Brlek, la musica è cambiata e il Genoa è passato in vantaggio al 17′ con Laxalt: cross di Rosi, prolungato sul lato opposto dove l’uruguagio si è coordinato in modo preciso alzando l’entusiasmo al Ferraris. Ed è un peccato che un malinteso tra Biraschi e Rosi abbia creato un pertugio sfruttato, sette minuti dopo, dalla percussione di Hetemaj. Anche perché nel recupero Pellissier, come detto, ha avuto la chance per la rimonta finale: ma sarebbe davvero stato troppo, per questo Grifone.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.