Gli ex rossoblù Burdisso e Niang vicini al Torino

E se il francese non dovesse concretizzarsi, tra le varie alternative permane l'idea Lazovic

69
Capitan Burdisso (da Genoacfc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non si accontenta di Emiliano Moretti, Iago Falqué e Tomás Rincón, il Torino, ma anzi punta a rinforzarsi ancora attingendo dalla lista di ex giocatori ad aver vestito la maglia del Genoa. Stando infatti a quanto campeggia questa mattina sulle colonne di Tuttosport, la società granata penserebbe a due profili reduci da una militanza nel Grifone per sistemare in definitiva la rosa a disposizione di Sinisa Mihajlovic.

Il tecnico serbo, in particolare, avrebbe chiesto ancora tre tasselli al ds del club Petrachi: un esterno alto, un difensore centrale e un mediano. Per il primo ruolo il nome nuovo porta al turco Emre Mor, ma la suggestione è che sia M’Baye Niang il nome più caldo: facente parte del Genoa che nel 2015 conquistò l’Europa League, oggi il francese si trova al Milan ma è scaricato dai tifosi e dal tecnico Montella che ha fatto sapere di non voler puntare sul giocatore reduce dal prestito in Inghilterra al Watford. Se non andasse in porto la trattativa con Niang, i nomi sono i più disparati: dal rossoblù Lazovic a Kishna della Lazio passando per Rony Lopes del Monaco.

Per quel che concerne il difensore centrale, ecco poi un profilo rimbalzato nella giornata di ieri: si tratta dell’ex capitano rossoblù Nicolas Burdisso, 36enne argentino che nei piani di Urbano Cairo rappresenterebbe il nome pronto in caso di fallimento della trattativa che porterebbe Lorenzo Tonelli del Napoli in granata. Svincolato, Burdisso sarebbe un formidabile innesto d’esperienza e per lui ci sarebbe già un contratto annuale con opzione per il secondo. Mihajlovic non ha smentito né confermato, limitandosi a dire come i due si conoscano ma chiosando poi che il Toro potrebbe restare così.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.