Genoa-Pescara, caso di studio alla riunione per la Var

Incontro avvenuto ieri allo stadio Meazza fra gli arbitri di serie a e i rappresentanti di ognuna delle venti squadre del nostro campionato. Il tema del giorno, racconta La Gazzetta dello Sport, è stato l’utilizzo della Var, ossia la nuova video tecnologia della quale gli arbitri potrebbero usufruire a partire dal 2018, qualora la Fifa […]

34
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Incontro avvenuto ieri allo stadio Meazza fra gli arbitri di serie a e i rappresentanti di ognuna delle venti squadre del nostro campionato. Il tema del giorno, racconta La Gazzetta dello Sport, è stato l’utilizzo della Var, ossia la nuova video tecnologia della quale gli arbitri potrebbero usufruire a partire dal 2018, qualora la Fifa desse il via libera dopo i due anni di prova. Il designatore Messina ha illustrato i casi in cui un direttore di gara potrebbe farne uso durante la partita, risalendo ad alcuni episodi appena accaduti in serie A. Fra questi c’era il fallo di mano di Zampano, con conseguente rigore ed espulsione, che avrebbe, se fosse stato possibile usare Var, cambiato il corso di Genoa-Pescara.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.