Gazzetta dello Sport, è febbre da derby

Il Grifone al lavoro in vista della stracittadina numero 117

843
derby
Nord coreografia derby (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sia Genoa che Sampdoria arrivano alla stracittadina reduci da tre sconfitte di fila. Proprio per questo, oltre al fatto che il derby metta in palio gli equilibri dell’intero capoluogo ligure, il mordente è alle stelle e sia Juric che Giampaolo non potranno permettersi una quarta derrota. Non esistono paragoni, il derby esistenziale è questo e molto altro: se il mister croato rossoblù vive la situazione con l’acqua alla gola, sapendo che un ko darebbe il via alle procedure per il suo esonero, la controparte blucerchiata vive in un’ovattata leggerezza psico-fisica che aiuta alla preparazione della partita più importante dell’anno.

Ivan Juric si gioca il futuro, chiaro, arrivando alla partita con le prossime 72 ore dedicate alla preparazione mentale del derby della Lanterna numero 117 che si giocherà domenica alle 20.30: rossoblù ad Arenzano (per via della rizollatura del Pio XII di Pegli), blucerchiati a Bogliasco. Il Grifone è alle prese con l’infermeria affollata (da verificare Sandro, Lapadula, Bessa e Marchetti), me più in generale anche con un clima derby che non ha intenzione di scemare. Ne parla La Gazzetta dello Sport stamani in edicola, sottolineando come verrà certamente superato il record stagionale di biglietti venduti (25365, contro il Napoli). Verrà poi riaperto il settore della tribuna superiore, per venire incontro all’enorme risposta del pubblico.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.