Gazzetta dello Sport: si chiude nella calma il mercato del Genoa

Alla fine, come previsto, è stato il Bessa-day. Pure El Yamiq ufficiale, resta Cofie e Callegari arriva in estate

113

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Alle ore 23, tutte le idee strane che erano state fatte a proposito del mercato del Genoa sono svanite con la fatidica chiusura della porta, in quel di Milano, all’Hotel Melià. Alla fine è stato il Daniel Bessa day, dato che il trequartista italo-brasiliano s’è legato al Grifone in prestito per 18 mesi: visite e firma nella giornata di ieri, con diritto di riscatto esercitabile a 5 milioni. Per quanto concerne  la difesa è arrivato El Yamiq, dal Raja Casablanca, mentre è saltato lo scambio che avrebbe portato Diego Laxalt alla Roma e Bruno Peres all’ombra della Lanterna. Il no dell’ex Torino ha chiuso le porte, conseguentemente, alla partenza dell’uruguagio che resterà dunque alla corte di Ballardini. Pure per Guido Pizarro, sul quale c’era stato un tentativo d’inserimento, alla fine tutto s’è concluso con un niente di fatto: il Siviglia ha detto no.

In uscita niente da fare per Isaac Cofie, che in extremis ha visto chiudersi le porte di un approdo al Cagliari in prestito: tutto sembrava a posto, poi lo stop in extremis che ha complicato le piste dei sardi (cautelatisi però con Caligara dalla Juventus). Pure Luca Rigoni resta. La soddisfazione, scrive stamani La Gazzetta dello Sport, sta invece nel trasferimento di Lorenzo Callegari al Genoa dal Paris Saint Germain: operazione definita per giugno, quando il giovane centrocampista classe 1998 saluterà a parametro zero il Parc des Princes. Sempre a proposito di giovani, infine, acquistato dallo Spezia il terzino 17enne Antonio Candela. E per attingere eventualmente al pozzo degli svincolati, c’è tempo fino al 28 febbraio.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.