Gazzetta dello Sport: si allontanano De Maio e Hiljemark

Lo svedese è più lontano dal Genoa, così come Acquah e Locatelli

66
Oscar Hiljemark, stremato ma felice (da genoacfc.it)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dicono che la difesa sia il miglior attacco, ma trasponendo il tutto sui tavoli del calciomercato emerge come il Genoa debba fare particolarmente attenzione, perché le sue mosse di mercato attinenti il reparto arretrato potrebbero esser ben presto oggetto di attacchi da parte della concorrenza. Non si placano le voci che accostano Luca Rossettini al Sassuolo, nonostante il centrale ex Torino sia arrivato sotto la Lanterna soltanto la scorsa estate, in uno scenario che l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport dipinge in tutta la sua complessità. Il dg Perinetti aveva confermato nelle scorse settimane come la priorità andasse allo sfoltimento della rosa (Palladino s’è accasato allo Spezia, Ricci ha già detto sì al Crotone), ma c’è da fare i conti con un mercato in entrata che sta assumendo contorni nebulosi.

Pare infatti che la SPAL abbia preceduto il Genoa e le altre squadre interessare a rilevare il francese Sebastien De Maio dal Bologna, dalla corte di Donadoni dove l’impiego dell’ex Fiorentina e Anderlecht pare ai minimi storici. Ma se per il centrocampo c’è da fare i conti con le resistenze del Milan circa il prestito di Locatelli, anche le piste parallele (quelle che portano a Hiljemark e Acquah) si stanno in qualche modo raffreddando. Come se non bastasse, infine, Centurion avrebbe intenzione di rifiutare le avances del Malaga con lo scopo di tornare ancora una volta al Boca Juniors. A riportare queste notizie, La Gazzetta dello Sport.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.