Gazzetta dello Sport, Preziosi: “Ridimensionati, Ballardini trovi soluzioni”

Il presidente rossoblù: "Bisogna smettere di sognare"

2650
Genoa-Parma Genoa Piatek Favilli
(foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Ora sta a lui trovare le soluzioni giuste. Sono molto amareggiato per la sconfitta inaspettata. Prendere tre gol dal Parma, senza Gervinho e Inglese, vuol dire che non abbiamo interpretato bene la partita o che eravamo messi male in campo. Il risultato è giusto, noi dovevamo rivedere qualcosa”. Alle 16:18 di ieri, il presidente Enrico Preziosi ha abbandonato lo stadio Ferraris visibilmente imbronciato. Con lui v’erano tutti i componenti dello staff dirigenziale, Ballardini escluso, visto che il mister per un periodo è stato sulla graticola. A lui viene contestato l’assetto non ancora trovato, l’equilibrio che lo scorso anno rese la difesa un bunker e oggi pare precario.

Tutte problematiche che hanno indotto Preziosi a una riflessione a caldo, si legge stamani su La Gazzetta dello Sport: “Regaliamo troppe occasioni agli avversari. Questa sconfitta di ridimensiona e ci fa capire che bisogna smettere di sognare si deve pensare a registrare le cose. Il Parma ha giocato più da squadra rispetto a noi, con più umiltà e pure con coraggio. Noi eravamo schierati male, ci siamo ritrovati spesso in difesa uno contro uno. Non possiamo regalare tre gol in quella maniera lì. L’anno scorso la difesa era una certezza, adesso, pur avendo otto difensori, non è quadrata. Va rivista”. L’1-3 contro gli emiliani fa male, ma servirà ripartire.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.