Gazzetta dello Sport, Preziosi: “Lo striscione in Nord? Chiedo un’indagine”

Il presidente del Genoa: "Ho parlato con la Digos, mi è stato risposto che un'indagine è già in atto"

3683
La gradinata Nord durante Genoa-Napoli con lo striscione contro Preziosi (Tratto da Twitter)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Lo striscione in Gradinata Nord (“Preziosi prima o poi anche tu morirai…il Genoa mai”) ha suscitato un’ondata di indignazione. In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, Enrico Preziosi afferma che si è toccato il fondo: “Esatto. Ecco perché chiedo con garbo e fermezza un’indagine su quanto accaduto. Ho parlato con la Digos, mi è stato assicurato che un’indagine è già in atto”. Durante la sua audizione alla Commissione Parlamentare Antimafia, il presidente del Genoa aveva spiegato che “esiste una sorta di non punibilità per ciò che avviene all’interno degli impianti, quasi ci fosse la certezza di non pagare alcun prezzo”. E aggiunge: “E’ lecito che i genoani non siano d’accordo con il sottoscritto, ma i tifosi veri non si permetterebbero mai di condividere i toni di questo striscione”.

Preziosi conclude esprimendo il suo disappunto per la mancata rimozione dello striscione: “La segnalazione doveva partire dai miei. Lo speaker avrebbe dovuto richiedere il ritiro all’altoparlante: sino a quel momento, niente fischio d’inizio per Genoa-Napoli”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.