Gazzetta dello Sport, Perin può giocare l’ultimo derby col Genoa

Il capitano rossoblù ne ha vinto uno solo su sette, nel 2013. Può ripetersi prima del calciomercato estivo

63
Perin e un'esultanza da vero Grifone (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Lucas Torreira e Mattia Perin, scrive l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, hanno un motivo in più per voler vincere il derby di questa sera. Leader delle rispettive squadre per tecnica, il primo, o carisma, il secondo, entrambi condividono pure un certo appeal in sede di calciomercato e allo stato attuale delle cose potrebbero lasciare Bisagno e Lanterna in estate: su di loro sono da tempo puntati gli occhi delle big, pronte a sferrare l’assalto decisivo e accaparrarsi due gioielli in orbita delle nazionali, uruguagia e italiana, ma soprattutto ritenuti pronti per il grande salto. E se Torreira ha una clausola di 25 milioni, con Ferrero che ne chiederebbe 50 e l’Atlético Madrid pronto forse ad accontentarlo, per il capitano del Genoa la situazione è più spinosa.

L’Airone di Latina è oggetto di desiderio che De Laurentiis metterebbe volentieri tra i pali del prossimo anno, quando Pepe Reina avrà certamente lasciato la Campania. La scorsa estate Perin era a un passo dal Milan, prima che l’affare Donnarumma lo facesse restare al Ferraris, ma si vocifera che anche la Juventus ci avesse fatto un pensierino. La valutazione stimata è di 20 milioni, rivedibile eventualmente al rialzo o al ribasso, anche se nelle stracittadine c’è poca storia. Torreira ha vinto tutti i derby cui ha preso parte, Perin solo uno su sette. Nel 2013 cominciò male, commise un grave errore contro la Fiorentina ma seppe rialzarsi e fu protagonista del 3-0 di Liverani. Nessuno l’ha messo più in discussione, i gol subiti si sono rarefatti e oggi Ballardini punta tantissimo sui suoi guantoni. Alcuni straordinari gesti tecnici lo hanno consacrato e questa sera è pronto per rompere e uova nel paniere blucerchiato. In attesa dell’estate, ovviamente.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.