Gazzetta dello Sport: il Genoa ha battuto anche le sviste arbitrali

Il rigore concesso al Cagliari è dubbio, non sanzionato inoltre un fallo di Pisacane. E le pagelle non hanno dubbi

67
La forza delle gambe di Galabinov (foto di Tanopress Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Se i primi due gol del Genoa sono stati regolari, resta ben più di un dubbio circa la complessiva direzione di gara dell’arbitro Massa: è la moviola de La Gazzetta dello Sport a sollevare qualche perplessità circa la gestione di alcuni episodi da parte del fischietto imperiese. Stando a quanto si legge sul quotidiano, ad inizio ripresa c’è stato un intervento di Pisacane su Taarabt non rilevato: un fallo bello e buono, che secondo la rosea avrebbe meritato forse pure più della semplice ammonizione. Molti dubbi anche sul rigore concesso per il tocco di mano ad opera di Veloso, che La Gazzetta invece giudica involontario alla luce della dinamica dell’azione.

Quanto alle pagelle, non si può non notare la superiorità dei rossoblù ospiti (6,5) dinanzi ai corrispettivi padroni di casa (5,5): sugli scudi Barella da una parte (6,5) e Adel Taarabt dall’altra (7,5), col marocchino per distacco migliore in campo. L’ex Milan e Benfica ha spostato letteralmente l’inerzia del match, così come il compagno di reparto Galabinov (7) autore del primo gol ma pure di qualche spreco di troppo. Da segnalare anche l’ottima giornata di Perin (7, come Luca Rigoni, autore del terzo gol), mentre oltre la sufficienza si trovano pure l’altro rientrante Izzo (6,5), Rossettini (6,5), Veloso (6,5), Bertolacci (6,5) e Laxalt (6,5). Stesso voto per il tecnico Juric, che col 3-5-2 ha trovato un assetto più equilibrato e coperto. Concludono la lista Zukanovic (6), Rosi (6) e Ricci (6). Peggiore in campo un altro esordiente, il cagliaritano Van der Wiel (4), mentre l’ex Pavoletti si è guadagnato la sufficienza stringata (6).

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.