Gazzetta dello Sport: il Genoa cerca l’impresa, 27 anni dopo

Il 20 gennaio 1991, Skuhrawy firmò l'ultimo successo rossoblù in casa della Juventus

98
Il Genoa 1990-91 (Wikipedia)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Davide Ballardini ha rianimato il Genoa, ma in cuor suo sa fin troppo bene che lunedì sarà difficilissimo domare la Juventus in casa dei bianconeri. Troppo divario, livelli ben distanziati, ritratto di una sfida che La Gazzetta dello Sport vede ostica. Ma il Grifone può sempre aggrapparsi alla legge dei grandi numeri, visto che ricorre il ventisettesimo anniversario dell’ultima affermazione a Torino: era il 20 gennaio 1991, Tomas Skuhrawy a colorare di rossoblù la notte piemontese. Altra epoca, certo, perché da Maifredi a Max Allegri il venti è cambiato al pari degli anni: più attenzione nei piccoli e medi impegni specie in casa, allo Stadium, dove in tutta la storia il Grifone ha segnato 40 reti.  In casa Juventus, l’assenza di Cuadrado scompiglia i piani ma uno tra Douglas Costa e Federico Bernardeschi è certo del posto col brasiliano in netto vantaggio, giocatore che in Serie A è riuscito a mettere a segno più dribbling. Sarà infine sfida tra tori: Gonzalo Higuain ha segnato cinque reti al Genoa, mentre per Goran Pandev il bianconero è uguale a un drappo rosso (già 5 reti del macedone in carriera alla Vecchia Signora). E all’andata, dopo il brivido iniziale, la risolse Paulo Dybala con una tripletta…

Ecco le probabili formazioni ipotizzate da La Gazzetta dello Sport:

Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; D. Costa, Higuain, Mandzukic. All: Allegri

Genoa (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli, Gentiletti; Rosi, Rigoni, Veloso, Bertolacci, Laxalt; Pandev, Lapadula. All: Ballardini

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.