Gazzetta dello Sport, Boniek sul gol non dato a Piatek: “Mi viene da sorridere”

Il presidente della Federcalcio polacca spiega: "Un tiro da 30 metri deviato dall'avversario è gol, se il centravanti del Genoa segna a due passi dalla porta il tocco del difensore vale l'autogol"

1214
Il gol non assegnato a Piatek (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Beh, su questa storia mi viene da sorridere…”. E’ il commento di Zibì Boniek, presidente della Federcalcio polacca, alla domanda della Gazzetta dello Sport sulla vicenda del gol non assegnato dalla Lega di serie A a Piatek durante Genoa-Atalanta. L’indimenticato fuoriclasse polacco ha confermato quanto già dichiarato qualche giorno fa a Pianetagenoa1893.net. “Un tiro da 30 metri deviato dall’avversario è gol, se Piatek segna a due passi dalla porta il tocco del difensore vale l’autogol. Manca uniformità nelle decisioni e non solo in Italia” aggiunge. Boniek è sicuro che il centravanti proseguirà a segnare nel Genoa: “Continuerà, e forse ha già dato fastidio a qualcuno…”.

CLICCA QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE DI PIANETAGENOA1893.NET PER RESTITUIRE IL GOL A PIATEK

Boniek parla di Piatek
Zibì Boniek, presidente della Federcalcio polacca (da pzpn.pl)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.