Gazzetta dello Sport, Ballardini: “Non facciamone un dramma”

Il tecnico rossoblù ha commentato: "Non siamo stati lucidi come dovevamo"

56
Il primo piano di Davide Ballardini (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Non facciamone un dramma – ha esordito ieri Davide Ballardini – in fondo, se ci avessero detto qualche settimana fa che avremmo avuto dietro tre o quattro squadre saremmo stati felicissimi”. Certamente non è soddisfatto, il tecnico del Genoa, ma non si può nemmeno dire che il Grifone abbia meritato di vincere: “Forse ci è mancata un po’ di cattiveria, non siamo stati lucidi come dovevamo”. E’ La Gazzetta dello Sport in edicola stamani a far luce sul momento del Genoa partendo proprio dalle parole dell’allenatore, ieri sconfitto per la prima volta da quando è subentrato a Juric: “La cosa importante è che sappiamo come fare per uscire da questa situazione. E lo abbiamo dimostrato”.

Nel postpartita di Genoa-Atalanta, tra le fila rossoblù, c’è però spazio per le polemiche dopo l’intervento di Petagna su Zukanovic, non sanzionato da Doveri pur con l’ausilio del Var. Sul prosieguo dell’azione è nato il pareggio dei bergamaschi, con Ilicic pronto a beffare Perin al 45′, ma il torto subito ha indotto il Grifone a criticare la decisione arbitrale su Twitter, postando la foto della gamba di Ervin Zukanovic. “Era una scorrettezza evidente, lui mi è salito sulla gamba rompendo pure il calzettone. L’arbitro avrebbe dovuto fischiare subito, altro che guardare la Var – ha commentato il difensore bosniaco, continuando – “peccato perché era il momento decisivo, invece pur avendo tante occasioni ci ritroviamo con zero punti”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.