Gazzetta dello Sport: Balla si affida a Rigoni con l’Hellas

Il numero 30 è andato a segno nelle uniche due vittorie rossoblù, i colpi esterni a Cagliari e Crotone

46
Rigoni esulta con la panchina dopo il gol al Crotone (foto di Tanopress Genoa)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Duello tra due formazioni messe male, con vista sulla salvezza, ma entrambe in crescita: Hellas reduce dal successo col Sassuolo al Mapei, Genoa rivitalizzato dalla cura Ballardini e autore di una partenza decisa con quattro punti in due partite che sarebbero potute esser ben meno proficue. Sarà freddo il clima di questa sera al Bentegodi, spiega La Gazzetta dello Sport in edicola stamani: ecco perché il mister gialloblù Pecchia è intenzionato a coprirsi, con un 4-2-3-1 modellato sulle esigenze di Moise Kean (e non Pazzini).

Sarà Luca Rigoni, invece, l’ago della bilancia su cui è intenzionato a puntare Ballardini per tornare da Verona coi tre punti. Nelle uniche vittorie del Genoa (quelle esterne a Cagliari e Crotone) c’è stato lo zampino del numero 30, ricorda questa mattina il quotidiano che riporta peraltro le parole del mister: “I miei giocatori sanno che ci vuole un attimo a perdere tutto quello che di buono è stato fatto”. Dal suo arrivo, il Grifone ha cambiato pelle ingranando la quinta: obiettivo continuare così, con Lapadula accanto a Taarabt (out Galabinov e Pellegri) e Pandev che si accomoderebbe in panchina.
Ecco le probabili formazioni ipotizzate dalla rosea:
Hellas Verona (4-2-3-1): Nicolas; Romulo, Caceres, Caracciolo, Souprayen; Zuculini, Buchel; Cerci, Valoti, Verde; Kean. All: Pecchia
Genoa (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli, Zukanovic; Rosi, Rigoni, Veloso, Bertolacci, Laxalt; Lapadula, Taarabt. All: Ballardini

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.